marc - IPer noi giovani vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei” non poteva essere scelta data migliore per visitare l’EXPO 2015, che il 9 maggio o, per meglio dire, il giorno della “Festa dell’Europa”. Appena 65 anni fa in questa stessa data veniva firmato il trattato di Schumann e sancito l’inizio del processo di integrazione europea.

Il programma sembrava decisamente impegnativo, ma l’entusiasmo per un’occasione così prestigiosa ha fatto sparire immediatamente ogni timore! Alle 9:30 i ragazzi vincitori del Piemonte si sono dati appuntamento davanti all’entrata dell’EXPO per varcare insieme la soglia e partecipare ad un animato dibattito politico tra giovani provenienti da tutta l’Europa e due importanti esponenti dell’UE: il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz e l’Alto Rappresentante dell’UE per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, nonché Vicepresidente della Commissione Europea, Federica Mogherini.   Naturalmente sono stati affrontati i temi legati all’alimentazione, motivo ispiratore dell’EXPO, ma anche una serie di problematiche che affliggono l’Unione Europea e gli stati membri, tra cui quello che maggiormente coinvolge noi giovani: la disoccupazione, che, come ha sottolineato il Presidente Schulz, è “la priorità delle priorità”. Abbiamo avuto la possibilità di porre   delle domande ai relatori, mentre noi stessi abbiamo esposto, tramite televoto, la nostra risposta ad una serie di quesiti: “Pensate di poter contribuire a migliorare l’UE?”, “Sapete e vi fidate di ciò che mangiate?”, “Pensate che L’UE debba portare pace, progresso e sviluppo nel resto del mondo?”.       Le   varie opinioni sono state piuttosto controverse e dibattute, ma la parola chiave di tutta la conferenza è stata, unanimemente, “ solidarietà”.


Sì, perché insieme si è più forti e tutti i paesi membri devono realizzarsi in questo principio per concretizzare veramente il sogno di un’Europa unita!     Al termine del dibattito la sorpresa è stata ancora maggiore perchè siamo stati proprio noi ragazzi i protagonisti della parata, dedicata alla “Festa dell’Europa”, che si è svolta fino all’Albero della Vita: una festa per gli occhi, che, ricoperto da un’infinità di fiori colorati, portava anche il tricolore, simboleggiato da una bandiera in cima.

La seconda parte della giornata è stata dedicata a visitare il maggior numero possibile di padiglioni, che hanno rappresentato al meglio l’essenza e la cultura alimentare dei vari paesi. La “Festa dell’Europa” , così come la spettacolare cornice dell’EXPO , sono state un’esperienza indimenticabile e coinvolgente per tutti noi, un ricordo ed un importante incentivo per il nostro futuro di giovani europei.

 Zorana Zecevic – 4^AR Amministrazione, Finanza e Marketing

12 maggio 2015