Le magagne relative all’Expo sono soltanto la goccia che ha fatto traboccare il vaso e solo l’ultimo dei numerosi motivi che hanno portato la minoranza a chiedere le dimissioni dell’assessore Marcella Graziano.

Marcella Graziano

Marcella Graziano

La mozione con cui i consiglieri di opposizione chiedono la rimozione della Graziano è ormai pronta e verrà depositata nella prossima seduta del consiglio comunale ma noi siamo già in grado di anticiparvi alcuni dei motivi, che vanno ricercati soprattutto nelle deleghe che il sindaco Gianluca ha affidato alla Graziano che sono tra le più importanti del Comune: Politiche culturali, Associazionismo culturale, Mostre, Eventi e manifestazioni locali Istruzione e assistenza scolastica, rapporti con l’università, ufficio relazioni co il pubblico, ma soprattutto promozione della città, turismo, Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura.


A Marcella Graziano, in pratica, è stato affidato il rilancio dell’economia di Tortona e cosa ha fatto in un anno di mandato?

Per l’opposizione poco o nulla: “Non si ricordano incontri con le categorie produttive – dice Fabio Morreale – né con commercio né con artigianato, per non parlare delle associazioni culturale poco o nulla coinvolte.”

L’opposizione critica l’immobilismo dell’assessore: non un’idea per valorizzare il turismo (l’expo arriva da Artinfiera), i prodotti locali, l’economia.

“Non pretendevano interventi anche se il tempo per realizzarli c’era – dicono i consiglieri di opposizione – ma almeno qualche idea, invece, nulla,assolutamente nulla come se cercare di salvare Tortona dal baratro provando a salvare l’economia fosse una cosa poco importante.”

Un altro motivo riguarda l’atteggiamento della Graziano, poco comunicativa con i cittadini, come se fosse su un altro pianeta.

31 maggio 2015