carabinieri QI carabinieri di Alessandria hanno arrestato per danneggiamento aggravato due cittadini italiani M.C., siciliano di 52 anni, domiciliato ad Alessandria, pregiudicato e K. D. R., alessandrina di 42 anni.

Il 52enne veniva anche denunciato per porto abusivo di arma da taglio.


Due gazzelle venivano inviate in via Martiri della Benedicta alle ore 09.15 circa del 6 maggio perché un cittadino aveva notato un uomo e una donna che, poco prima, in via Nenni, avevano tagliato tutti e quattro i pneumatici di un’auto in sosta e stava inseguendo i due, fornendo la loro posizione agli operatori della centrale operativa dei carabinieri.

Le pattuglie, giunte rapidamente sul osto, fermavano i due e il testimone confermava che all’inizio di via Nenni aveva notato che l’uomo aveva tagliato le gomme con un oggetto che aveva poi riposto in una tasca mentre la donna faceva da palo poco distante. In effetti durante a perquisizione dell’uomo, nella tasca del pantalone, veniva rinvenuto un coltello a serramanico di 14 centimetri di lunghezza, cosa che coincideva perfettamente con la testimonianza.

A quel punto i militari contattavano il proprietario dell’auto il quale verbalmente esprimeva subito la volontà di procedere penalmente nei confronti dei due autori del fatto. Pertanto i due autori venivano arrestati in flagranza di reato e accompagnati i caserma, ma dopo giungeva il proprietario del veicolo il quale, saputo che uno dei due autori era la sua ex fidanzata, cambiava idea e decideva di rimettere la querela e, quindi, i due arrestati venivano rimessi in libertà. Fondamentale è stata, comunque, la telefonata del cittadino che non ha perso di vista i due, fornendo una loro dettagliata descrizione e i loro spostamenti in modo da permettere un intervento rapido e incisivo delle pattuglie.

9 maggio 2015