alessandria via roma - IL’ampio dibattito che si sta svolgendo in tutta Europa sul tema del T.T.I.P. (l’accordo commerciale di libero scambio in corso di negoziato dal 2013 tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti) trova nei prossimi giorni una ulteriore occasione di approfondimento ad Alessandria grazie alla tavola rotonda promossa dall’Amministrazione Comunale — su sollecitazione del Consiglio Comunale e dei Gruppi Consiliari — in programma giovedì 14 maggio 2015 alle ore 21.00 presso la Sala Conferenze della ex-Taglieria del Pelo in via Wagner 38/D ad Alessandria.

Il titolo concordato per l’incontro (ad ingresso libero e gratuito)  — “Il T.T.I.P. e i nuovi scenari del commercio internazionale: rischi e opportunità per i nostri prodotti” — chiarisce la prospettiva di analisi che si intende perseguire e sulla quale, dopo i saluti istituzionali da parte del Sindaco, Maria Rita Rossa, si confronteranno autorevoli esperti, moderati da Simone Annaratone, Presidente della Commissione Consiliare Sviluppo del Territorio.


I relatori invitati sono: l’on. Alessia Mosca, euro-parlamentare (gruppo Socialisti e Democratici), membro della Commissione Commercio Internazionale (INTA) e vicepresidente della Delegazione per le relazioni con la Penisola arabica; l’on. Tiziana Beghin, euro-parlamentare (gruppo Europa della Libertà e della Democrazia diretta), membro della Commissione Commercio Internazionale (INTA) e membro sostituto della Commissione per il Mercato interno e la Protezione dei Consumatori (IMCO); il dr. Alberto Zoratti, presidente di Fairwatch Cooperazione e Mondialità (ONG italiana promotrice di campagne di sensibilizzazione sui temi del commercio e dell’economia internazionale), co-autore di «Nelle mani dei mercati. Perché il TTIP va fermato» (2015, EMI).

è la stessa Commissione Europea, nella pagina web dedicata specificamente a questo tema (http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/ttip/about-ttip/index_it.htm), a sottolineare la potenziale incidenza del T.T.I.P. — qualora venisse approvato — sullo sviluppo dei nostri sistemi economico-produttivi e sulla qualità della nostra vita (in quanto consumatori).

Con il T.T.I.P. si punterebbe, infatti, all’apertura degli USA alle imprese della UE, alla riduzione degli oneri amministrativi per le imprese esportatrici, alla definizione di nuove norme per rendere più agevole ed equo esportare-importare-investire oltreoceano, alla creazione di maggiori posti di lavoro, al rilancio della crescita in tutta l’UE, alla riduzione dei prezzi per i consumatori e ad una scelta più ampia a loro favore…

Peraltro, i cittadini europei e italiani stanno anche manifestando in questi mesi una serie di preoccupazioni riguardo al T.T.I.P.: un negoziato che non si dovrebbe accettare“a qualunque prezzo”.

L’impegno comune (della stessa Commissione UE, come degli Enti territoriali locali, della comunità scientifica come della società civile tutta) è dunque quello di sostenere gli opportuni approfondimenti, elaborando domande, fornendo risposte e adoperandosi affinchè venga considerato prioritario anche il mantenimento di importanti tutele quali quelle mediante le quali i prodotti importati nell’UE continuino a rispettare gli elevati standard europei che proteggono la salute, la sicurezza dei cittadini e l’ambiente.

«Alla luce della ampiezza dei temi correlati al T.T.I.P. e che ci coinvolgono direttamente come cittadini — sottolineano il Sindaco, Maria Rita Rossa, e il Presidente della Commissione Consiliare Sviluppo del Territorio, Simone Annaratone — si è ritenuta importante la sollecitazione, giunta anche dallo stesso Consiglio Comunale e dai suoi Gruppi Consiliari, a favorire un momento di specifico approfondimento con la cittadinanza alessandrina. L’auspicio è che la partecipazione alla tavola rotonda e al successivo momento di dibattito sia significativa e possa aiutare la nostra comunità locale ad essere consapevole della “posta in gioco”, dei rischi e delle opportunità di questo negoziato internazionale».

13 maggio 2015