carabinieri tortona - IAlessandrini, recatevi presso gli uffici della caserma di piazza Vittorio Veneto in modo da poter visionare le foto degli oggetti sequestrati di provenienza furtiva trovati nelle cantine di un palazzo. L’appello è dei carabinieri e seguen l’intervento effettuato mercoeldì sera, quando i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile intervenivano la mattina del 6 maggio in un palazzo sito in corso Borsalino in quanto il proprietario di alcuni alloggi segnalava che, mentre passava nei pressi della porta che conduce alle cantine, notava la luce delle scale accesa, cosa che sembrava subito strana perché le cantine non vengono affittate, ma sono rimaste in uso esclusivo al proprietario. L’uomo si accorgeva anche alla porta di accesso alle cantine era stato cambiato il lucchetto. Giunti i militari, il proprietario delle cantine apriva la porta e scendeva le scale, giungendo alle cantine dove veniva alla fine accertato che ben sei di queste erano state chiuse con lucchetto e catena. Aperte tutte queste porte, si notava che erano piene di oggetti di provenienza sicuramente furtiva.

All’interno delle cantine infatti sono stati rinvenuti due ciclomotori, un SI e un CIAO, sui quali si stanno svolgendo accertamenti sui numeri di telaio, un telaio di bicicletta in carbonio, 14 tra mountain bike e biciclette da uomo, donna e bmbino, due telai di bicicletta e 9 cerchi, due aspirapolvere, ferri da stiro, attrezzi da lavoro, friggitrici, un televisore, un decoder digitale, casse audio per TV, scarpe per bici, uno stereo, 18 canne da pesca, camicie, accappatoi, un gazebo e una tenda da campeggio. Ovviamente il proprietario delle cantine non riconosceva come sua tutta quella roba che, vista la provenienza presumibilmente illecita, è stata sequestrata per i successivi accertamenti. Per trasportare la grande quantità di cose rinvenute è stato necessario utilizzare un piccolo autocarro il cui cassone è stato completamente riempito.


Tutto il materiale è stato prima fotografato e catalogato e successivamente affidato a custode giudiziale. Chiunque sia stato vittima di un furto potrà rivolgersi ai militari della Radiomobile.

12 maggio 2015