L'inaugurazione della nuova casa di accoglienza

L’inaugurazione della nuova casa di accoglienza nel 2014

Aumenta l’attività della Casa di Accoglienza nella nuova sede voluta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e gestita dalle parrocchie cittadine.

Sono ben 130 le famiglie che usufruiscono ogni mese dei servizi. Nel 2014, in 253 giorni effettivi di apertura, la struttura ha fornito 5.472 pacchi di vestiario (+2,2% rispetto al 2013), 2.284 con generi alimentari (la cui richiesta è rimasta stabile) e 868 docce (+4%). Sommando anche i pranzi distribuiti alla mensa dei frati (2.235), i rifornimenti di attrezzature per cucina (211) e i mobili ed elettrodomestici forniti (61), si arriva ad un totale di 11.127 servizi alla persona effettuati nel corso del 2014.


Risulta dai dati sull’attività svolta nel 2014. Le spese più consistenti sono per gli alimentari (6.487 euro), a cui si può sommare il contributo ai frati per la mensa dei poveri (3.900); biancheria intima (6.495); gas (2.090) necessario per le docce ed il riscaldamento; pannolini per l’infanzia (1.163); assicurazioni (1.102); pulizia (1.009). Le spese per la nuova sede sono state contenute in 3.316 euro, mentre per quanto riguarda il nuovo esercizio 2015, non sono previste differenze di particolare rilievo, salvo un incremento delle spese per riscaldamento ed energia elettrica per le dimensioni della nuova struttura. Fra i servizi erogati: 211 rifornimenti di stoviglie, posate o altri accessori per cucina; 61 cessioni di mobili, letti, materassi, elettrodomestici; 28 corredini per nascituri preparati su specifiche richieste.

Dei 2.284 pacchi alimentari forniti, 1.561 (68%) sono andati alle 130 famiglie residenti a Tortona, che usufruiscono regolarmente del servizio con dati certificati a cadenza mensile, e 723 (32%) per richieste giornaliere, presentate principalmente da stranieri.

26 aprile 2015

casa accoglienza G