cisa QMezzo milione di euro in meno di aiuti per anziani, minori, disabili e famiglie. Questa è la “sorpresa” che la Regione Piemonte ha riservato per il Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale (Cisa) di Tortona. La notizia è venuta alla luce giovedì sera durante l’assemblea dei sindaci nella quale sono state discusse le linee guida dell’ente, che per far quadrare il Bilancio di previsione ha dovuto utilizzare i 478 mila euro di avanzo di amministrazione dello scorso anno.

Quella del bilancio è stata un lunga discussione e a fatica verranno mantenuto tutti i servizi erogato lo scorso anno senza tagli (si spera) e senza aumenti dei contributi a carico dei Comuni.


Il Cisa nell’anno in corso prevede di erogare un milione 400 mila euro di contributi a famiglie con minori, un milione 200 mila euro a disabili e per il mantenimento del Centro diurno per disabili di Castelnuovo Scrivia e circa 3 milioni di euro per l’assistenza agli anziani fra cui è compresa la gestione di due case di riposo: una Castelnuovo Scrivia, l’altra a Pontecurone.

Diverse le novità emerse dall’assemblea: primo fra tutti un questionario che il presidente del consiglio di Amministrazione, Sandro Basiglio ha individuato, all’interno del consiglio di amministrazione, delle persone ad hoc che si occuperanno, ognuno per la propria area di competenza di tenere io rapporti con i comuni della zona.

Altra novità riguarda l’invio di un questionario a tutti i sindaco che verrà utilizzata per capire le esigenze dei vai comuni; terzo problema, ma non per importanza quello delle borse lavoro: il Consorzio avrà presto un incontro con la regione per capire se è possibile in qualche modo continuare ad assegnare questi contributi finanziari a disoccupati in difficoltà in cambio di qualche lavoro di utilità sociale.

Al termine della riunione il Consorzio ha eletto il nuovo segretario nella persona di Simona Ronchi al posto di Alessandro parodi che ha retto le sorti del Consorzio per 15 anni. Diversi sindaci hanno manifestato perplessità e contrarietà, ma d’altro canto Parodi era stato nominato come espressione della Giunte di centro destra che avevano governato Tortona negli ultimi 15 anni, per cui era giusto cambiare.

 10 aprile 2015

cisa L