carabinieriI Carabinieri della Stazione di Alessandria Principale hanno denunciato per truffa un cittadino italiano di 32 anni, residente in provincia di Prato e con precedenti di polizia per gli stessi reati. Un uomo del posto presentava una querela presso quel comando Stazione perché il 1 aprile aveva visto, su un sito internet di vendita on-line, un trattorino tosaerba usato e in vendita a un buon prezzo. Contattava così il venditore il quale chiedeva, viste le tante richieste di acquisto, una caparra di 50 euro.

La vittima prendeva accordi telefonici con il venditore anche per le modalità di ritiro del tosaerba. A quel punto, versava la cifra di oltre 50 euro sulla carta postepay del venditore il quale confermava di avere ricevuto il denaro della caparra e che gli avrebbe comunicato a breve il luogo in cui ritirare il tosaerba. Dopo un po’ di tempo, non avendo più notizie dal venditore, la vittima cercava invano di contattarlo per diversi giorni e decideva quindi di presentare la querela. A seguito dell’attività di indagine, i militari hanno accertato a chi corrisponde il numero di postepay su cui è stato accreditata la somma di denaro e il numero di telefono usato dal venditore, arrivando così al 32enne della provincia di Prato, non nuovo a fatti simili. Per quest’ultimo la conseguente denuncia all’Autorità Giudiziaria per truffa.


16 aprile 2015