Graziano - I

Marcella Graziano

Di seguito pubblichiamo un comunicato stampa giunto dalla sede PD di Tortona in cui si incensano (è il caso di dirlo) tutte le iniziative (francamente poche a nostro avviso) organizzate dall’assessore alla cultura del Comune di Tortona Marcella Graziano.

Di seguito pubblichiamo integralmente il Comunicato stampa, non prima però di sollevare un’eccezione: per quanto riguarda la cultura e le manifestazioni fin qui organizzate si cita l’Expo (gestito da Artinfiera), la mostra sulla prima guerra mondiale sponsorizzata dalla Fondazione il cui allestimento era iniziato circa un anno fa, e il prolungamento dell orario della Biblioteca civica. Francamente, in 9 mesi di mandato ci sembrano davvero pochine.


E devono essere sembrate poche anche allo stesso Partito Democratico Tortonese se ha sentito la necessità di convocare addirittura una riunione plenaria per fare il punto sull’atttvità svolta dalla Graziano. L’unico assessore – finora – chiamato a rendere conto del suo mandato.

Il comunicato del PD, alla fine, rinnova il sostegno all’assessore Graziano, a testimonianza, quindi, che non siamo i soli ad avere dei dubbi su come si sta gestendo la cultura in città….

La speranza è che dopo questo confronto col partito e un periodo chiamiamolo “di rodaggio” eccessivamente lungo, si possa finalmente iniziare a lavorare per valorizzare pienamente Tortona dal punto di vista culturale e turistico, cosa che secondo noi, non è stata ancora fatta.

***********************************************************************************************

IL COMUNICATO DEL PD 

Un dibattito costruttivo e all’insegna della partecipazione quello tenutosi giovedì scorso 9 aprile nella sede del circolo cittadino del Partito Democratico.

Molti e importanti sono stati gli argomenti presentati dall’assessore alla cultura Marcella Graziano nel corso dell’incontro serale con i dirigenti e i militanti del circolo di Tortona, il primo di un ciclo organizzato e messo a calendario nelle prossime settimane dal PD con gli esponenti dell’amministrazione comunale.

L’assessore ha tracciato un primo bilancio del proprio lavoro a quasi un anno dalle elezioni amministrative, indicando i principali risultati raggiunti e le future linee programmatiche cui si intende dare realizzazione.

Vale la pena, a questo proposito, evidenziare alcuni dei numerosi argomenti da cui ha preso le mosse questo incontro.

Di centrale importanza l’istruzione e l’assistenza scolastica, che hanno da subito richiesto l’impegno dell’assessorato nella risoluzione dell’emergenza presentatasi con la chiusura della scuola materna Sarina, dichiarata inagibile per gravi problemi strutturali e trasferita successivamente alla scuola Rodari (ben sei aule), e nella conseguente scelta di sistemare invece le due classi di scuola media, che nei locali della Rodari avrebbero dovuto essere collocate, negli spazi ristrutturati dell’ex Centro Giovani Off. Una soluzione che, pur essendo provvisoria, dice l’assessore, è stata frutto di un’efficace e laboriosa strategia di collaborazione con tutti i soggetti che, a vario titolo, operano nelle strutture scolastiche e della condivisione delle decisioni con i rappresentanti dei genitori, al fine di garantire un adeguato livello del servizio scolastico a tutela degli studenti. Grazie a questo eccellente lavoro di staff, le scuole hanno aperto regolarmente a settembre.

Seguendo un excursus cronologico, particolare attenzione è stata poi dedicata alla prossima partecipazione di Tortona all’Expo, nello spazio di Cascina Triulza, che rappresenta, aldilà di inutili e sterili polemiche, un’opportunità unica e un fattore critico di successo per la città e per il territorio tortonese. Convinti che la buona riuscita di un progetto dipenda sempre dalla combinazione ottimale di attori e risorse, condividiamo la decisione dell’amministrazione comunale che, attraverso lo sforzo del personale incaricato e l’impegno della Fondazione e di Arteinfiera, ha promosso e coordinato un’efficace strategia d’azione il più possibile propositiva e inclusiva, in modo tale da contribuire a un effettivo mutamento in positivo delle future dinamiche di sviluppo territoriali. L’assessorato è riuscito a raggiungere questo obiettivo attraverso un impegno di denaro pubblico davvero limitato, grazie, lo ripetiamo, alla collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona.

Per quanto riguarda l’agenda Cultura, molte sono state le iniziative di cui ha parlato l’assessore Graziano, alcune già realizzate, altre in fase di progettazione.

Ne ricordiamo alcune: il prolungamento dell’orario d’apertura della Biblioteca Civica, che ora è a disposizione degli studenti anche il mercoledì pomeriggio; la realizzazione della mostra “I Tortonesi e la Grande Guerra”, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e la Società Storica Pro Julia Dertona, giudicata di livello straordinario dal professor Emilio Gentile, storico di fama internazionale, motivo quindi di grande orgoglio per Tortona; l’elaborazione di un progetto per la futura e auspicata gestione diretta del Teatro Civico da parte del Comune e il suo inserimento nel Circuito Teatrale del Piemonte, progetto per cui l’assessore Graziano si è efficacemente attivata; la realizzazione di una serie di incontri con i rappresentanti delle associazioni culturali tortonesi e i dirigenti scolastici per creare un organismo di gestione integrata e condivisa degli istituti culturali tortonesi.

Infine, dopo anni di immobilismo e assenza di progettualità, saranno finalmente avviati i lavori di rimessa in pristino di Palazzo Guidobono, attualmente non idoneo ad accogliere le opere provenienti, per esempio, dalla pinacoteca di Brera: nei suoi spazi troveranno collocazione, già a partire dai prossimi giorni, l’atelier Sarina, e successivamente, nell’ottica di una più ampia strategia di valorizzazione storico-culturale comunale fortemente voluta dall’amministrazione comunale, il Museo Archeologico, la Quadreria della Pinacoteca, le mostre temporanee e i laboratori didattici, quale definitiva realizzazione di un vero e proprio polo museale tortonese.

In conclusione, le iniziative realizzate e i progetti avviati dall’assessorato dimostrano che finalmente a Tortona la cultura è tornata a essere momento centrale dell’azione politica e settore su cui è fondamentale investire, pur nei limiti delle eventuali scelte di razionalizzazione dettate dalla necessità di far quadrare il bilancio, perché è uno degli strumenti che consentono a una città di crescere, conservando la propria identità e proiettandola nel futuro.

Il Partito Democratico di Tortona esprime quindi soddisfazione e rinnovato sostegno all’assessore Marcella Graziano per il lavoro fin qui realizzato, nella convinzione che la valorizzazione di una città in ragione del settore storico-culturale va intesa non solo come semplice tutela e conservazione di beni e risorse, ma come un’azione fondata su un più generale processo di rivitalizzazione economica, in cui la messa in valore delle risorse e la loro organizzazione in sistema, privilegiando criteri di accessibilità e fruibilità, possano costituire la chiave di volta per generare nuova attrattività e, quindi, rilancio socioeconomico.

PD Tortona