Ennesimo episodio di violenza in una città dove la sicurezza sembra sempre di più un’optional. Stiamo parlando di una vera e propria aggressione da parte di due rumeni residenti a Tortona in strada Bertarino, ma di cui non sono state divulgate le generalità, che sono stati arrestati per rapina e lesioni personali ai danni dei gestori del bar “La Pagoda” nei pressi della rotonda ex Liebig.

Il fatto di violenza è accaduto nella notte tra lunedì e martedì, quando, secondo la prima sommaria ricostruzione effettuata dai Carabinieri di Tortona, i due,  probabilmente già ubriachi, hanno chiesto da bere al bar e al diniego dei proprietari hanno dato in escandescenze.


Dalle parole alle vie di fatto è passato poco: i rumeni secondo le riprese effettuate dalle telecamere di sicurezza all’interno del locale che hanno filmato l’intera scena durata circa 5 minuti, hanno preso a pugni i proprietari a mani nude. Colpi sferrati e con una violenza tale che ha lasciato esterrefatti i carabinieri che hanno visionato le immagini.

Calci e pugni sferrati anche quando le vittime erano a terra e cercavano di ripararsi dalle botte.

Quando i due rumeni, al termine della  barbara aggressione si sono allontanati è stato dato l’allarme e sul posto è intervenuta l’ambulanza del 118 che ha trasportato i due gestori sanguinanti al pronto Soccorso dell’ospedale di Tortona.

Le loro condizioni non sono critiche ma i due hanno riportato gravi lesioni e uno di loro, a quanto pare, rischia pure di perdere un occhio.

Alla Pagoda nel frattempo sono arrivati anche i carabinieri di Tortona ma i rumeni che grazie alle telecamere di sicurezza, sono stati riconosciuti anche perché, a quanto pare, nei giorni scorsi uno di loro era stato arrestato in provincia di Pavia ma successivamente lasciato libero. Grazie anche a questo episodio i carabinieri sono riusciti a risalire alla loro identità, recarsi nella loro abitazione che si trova a breve distanza dal bar e li hanno arrestati per lesioni e rapina, in quanto uno degli aggressori, sempre secondo l’accusa, dopo aver sputato al gestore ha pure rubato una tazzina di caffè dal bar.

Un dettaglio che consentirebbe appunto l’accusa di rapina con pene più gravi delle lesioni.

I rumeni, quindi, sono stati rinchiusi nella Camera di sicurezza della caserma dei carabinieri in attesa della convalida dell’arresto prevista per mercoledì mattina presso il tribunale di Alessandria.

Martedì pomeriggio mentre erano rinchiusi, però hanno dichiarato di non sentirsi bene, di qui la presenza di due ambulanze davanti alla caserma dei carabinieri notate da diverse persone.

 14 aprile 2015

Il locale dove si è verificato il fatto

Il locale dove si è verificato il fatto