carabinieri QI Carabinieri della Stazione di Castellazzo Bormida hanno denunciato per tentato furto aggravato un cittadino italiano di 41 anni, residente in provincia di Alessandria. Una pattuglia interveniva alle 17.30 circa del 22 aprile presso una ditta di Borgoratto Alessandrino in quanto era stato segnalato un litigio tra alcune persone. Sul posto i militari identificavano tutti i presenti e ricostruivano quanto successo. Si appurava, quindi, che la ditta preso la quale erano intervenuti era stata dichiarata fallita ed era stato nominato un curatore fallimentare e le merci deperibili della ditta erano state poste in vendita. Tali merci erano state vendute a una ditta della provincia di Torino di cui è titolare anche il denunciato.

Nel pomeriggio di mercoledì, l’uomo si era recato presso la ditta di Borgoratto a ritirare gi ultimi sacchi di mangime acquistati e l’uomo, per svolgere tale attività, era rimasto solo. Approfittando della circostanza aveva sottratto e nascosto sul proprio pick-up materiali e attrezzi vari. In quel frangente transitavano davanti al magazzino della ditta gli ex proprietari della stessa che abitano nella zona e vedevano il capannone aperto e l’uomo che caricava del materiale. Notavano che era stato nascosto sotto il mangime una sacca di grosse dimensioni che conteneva un gazebo che non era stato ceduto all’acquirente del solo mangime e chiedevano l’intervento dei militari per accertare cosa stesse effettivamente portando via il 41enne. I militari facevano scaricare il pick-up e veniva appurato che in effetti l’uomo, oltre il gazebo, si stava impossessando di una smerigliatrice, un trapano elettrico, chiavi a morsetto e chiavi a brugola, pacchi di elettrodi e raschiatori che venivano così recuperati e restituiti al curatore fallimentare della ditta. Il 41enne veniva invece denunciato all’Autorità Giudiziaria per il tentato furto.


24 aprile 2015