La città di Novi Ligure torna ad ospitare il Convegno Nazionale della Consulta di Bioetica. La sesta edizione si terrà il 17 e 18 aprile prossimi, il primo giorno presso il Teatro Giacometti ed il secondo nella Sala Conferenze della Biblioteca Civica in via Marconi, 66. Il tema portante della due giorni sarà quello della procreazione assistita attraverso una riflessione sulla legislazione nazionale in materia dopo che sono trascorsi dieci anni dal referendum abrogativo della legge 40 del 2004.

La sentenza n. 162/2014 della Corte Costituzionale sulla legge 40/2004 ha aperto una nuova fase nella riflessione sulla fecondazione assistita. Si tratta di conoscere con precisione l’esatta portata degli interventi della Corte Suprema al fine di vedere quali possono essere gli ulteriori passi per un’adeguata regolazione della materia nel nostro paese. Grazie alla collaborazione di alcuni tra i protagonisti e tra i massimi studiosi della problematica, uno degli obiettivi del Convegno è l’approfondimento delle motivazioni della sentenza e della situazione socio-politica italiana per valutare il da farsi su questo tema.


Gli interventi della Corte hanno di fatto smantellato la legge 40/2004, e hanno cassato proprio i punti sottoposti a referendum nel 2005, che non ha raggiunto il quorum. Questo fatto pone il problema se sia stato prudente e saggio indire un referendum il cui fallimento resta una ferita non rimarginata per il mondo laico: il Referendum 1974 sul divorzio e quello del 1983 sull’aborto hanno celebrato la vittoria dell’etica laica, mentre sulla fecondazione assistita non si è riusciti a centrare l’obiettivo. Da allora sul Referendum 2005 è scesa una coltre di silenzio, ma la sentenza 162 ripropone l’opportunità di tornare a riflettere sul significato di quella consultazione e sulle sue conseguenze. Altro obiettivo del Convegno è cominciare a riprendere e rilanciare anche questa riflessione.

 

La Consulta di Bioetica è una associazione laica, apartitica, senza fini di lucro, fondata nel 1989 dal Neurologo Renato Boeri, all’epoca Direttore scientifico dell’Istituto Besta di Milano. L’associazione, anche attraverso la sua rivista “Bioetica, Rivista Interdisciplinare” diretta dal Prof. Maurizio Mori, dell’Università di Torino e Presidente della Consulta, aperta a tutti i contributi senza preclusioni ideologiche, intende promuovere un dibattito razionale e laico sui problemi etici legati all’evoluzione delle scienze mediche e biologiche e al loro impatto sul diritto di autodeterminazione dell’individuo. Soci Onorari della Consulta sono il Prof. Carlo Flamigni, medico, uno dei padri fondatori delle tecniche di fecondazione medicalmente assistita valente storico e giallista per diletto, Peppino Englaro, “padre coraggio” di Eluana Englaro, il Prof. Eugenio Lecaldano, filosofo, Università di Roma e Claudio Rabbia, medico. Dal 2010 è attiva a Novi Ligure una sezione della consulta di bioetica, coordinata da Giacomo Orlando.

La Segreteria Organizzativa e Scientifica del Convegno è composta da Maurizio Mori (Torino), Giacomo Orlando (Novi Ligure), Carla Repetto (Novi Ligure), Giulia Dalla Verde (Torino). Il programma completo su www.consultadibioetica.org

 16 aprile 2015