ladri 2QDirettore,

nel salutarLa Le chiedo di omettere il mio nome.
Ho letto del “comitato civico” di San Bernardino volto a prevenire o limitare l’ondata di furti che si e’ letteralmente abbattuta sulle nostre valli.Proprio oggi, verso le 11 e 30, tornavo dal mio giro a piedi sulle colline tortonesi e sono stato direttamente testimone di un fatto che la dice lunga sul senso civico dei cittadini e dei vicini di casa.

In strada viola suonava incessantemente (almeno 5 minuti)  un allarme in una casa indipendente sulla strada, tapparelle alzate ma buio in casa, ma le persone che a piedi transitavano nei pressi, giovani e meno giovani, non si sono nemmeno girate per posare lo  sguardo sulla casa.

Ho chiamato i carabinieri segnalando il fatto perche’ in ogni caso il tempo per disattivarlo non era mancato per cui probabilmente in casa non c’era nessuno; a mio parere.

Detto questo sottolineo, anche in questa occasione, come il guardarsi attorno e prestare attenzione alle situazioni insolite, persone auto o cose, siano da sempre  il miglior deterrente per prevenire situazioni spiacevoli.

Noi possiamo organizzare incontri, ronde e quant’altro ma e’ l’indifferenza della gente il miglior alleato di chi e’ dedito ai furti. Girarsi dall’altra parte e far finta di niente e’ la norma ormai consolidata in generale, non per tutti ma per la stragrande maggioranza di noi si, basta guardarsi semplicemente attorno. Le “ronde” sono sempre esistite sotto forma di persone attente e collaborative; non occorre inventare nulla ma assumersi le proprie responsabilita’ di cittadini nei confronti della comunita’ in cui viviamo.
Cordiali saluti.

Lettera firmata

21 gennaio 2015

ladro - G