Il dato non è assoluto ma riguarda i controlli straordinari effettuati nella giornata di Giovedì dagli agenti della Questura di Alessandria che per l’ennesima volta hanno effettuato posti di blocco con pattuglie.

Nel corso del servizio, durato fino a sera, sono state identificate 130 persone, di cui 45 straniere e fra queste 14 avevano precedenti penali. Sono stati controllati anche 72 veicoli.


“E’ stato un servizio coordinato di controllo straordinario del territorio – recita un comunicato diffuso dalla Questura di Alessandria – volto alla prevenzione ed al contrasto di reati di natura predatoria nella città e nel circondario di Tortona, un risultato sul percorso della sicurezza, pianificato dalla Polizia di Stato per “bonificare” il territorio di Tortona ed i Comuni limitrofi, quali Viguzzolo, Pontecurone, Sarezzano, Cerreto Grue, Montegioco, Sale e Castelnuovo Scrivia; percorso lungo il quale, fin dal periodo delle festività natalizie, sono stati aggiunti, con grande celerità, pezzetti al “puzzle” della “Sicurezza”, addivenendo ad una riduzione immediata di reati contro il patrimonio, con particolare riferimento ai furti.”

La Questura tiene a ribadire che questi servizi vengono effettuati anche per dare una risposta alla cittadinanza di Tortona, fortemente voluto dal Questore Mario della Cioppa a seguito di un’accurata analisi ed in un momento storico nel quale il territorio tortonese necessita di una maggiore presenza delle Forze dell’ordine.

“Per questi motivi – aggiungono in Questura – è stata pianificata una strategia operativa, che ha visto impiegate, proprio nel territorio tortonese, oltre al personale della Questura, anche il personale dei Posti Polfer di Alessandria, Tortona e Novi Ligure, nonché il personale del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte. ‘Fare sicurezza’ è la funzione prioritaria della Polizia di Stato che, con tali ‘operazioni chirurgiche’ ha assicurato alla giustizia, in pochissimo tempo, un folto numero di malfattori e restituito ai Tortonesi, una città nuova, senza più allarmismi, né paure.”

 30 gennaio 2015

polizia L