museo casale -IDomenica 14 dicembre si svolgerà il terzo appuntamento dell’iniziativa culturale “Armaria et Charta”, curata da Anna Maria Bruno e Manuela Meni, che rientra nella programmazione del dicembre natalizio che il Comune di Casale Monferrato e nel calendario di eventi “Nadal an Munfrà”.

Continua così il percorso di analisi sull’Ordine Domenicano e sulla loro presenza a Casale, affrontato a più voci: dal contributo d’esordio proposto da Padre Pio Marcato O.P – dedicato all’ordine domenicano dalle origini al Concilio di Trento e all’introduzione dell’Osservanza domenicana nella Provincia Lombarda – a quello di padre Costantino Gilardi O.P., che, nel secondo incontro, ha descritto la configurazione dei conventi domenicani nel passaggio dai conventi cistercensi ai conventi medievali, mentre Fiore Ranalli, dell’Associazione per l’Archeologia, la Storia e le Belle Arti Tridinum, ha condotto una relazione sul convento maschile di Santa Caterina di Trino e l’arch. Mauro Rabino della Diocesi di Alba ha parlato della chiesa e convento di San Domenico di Alba.


Il programma del nuovo appuntamento si suddivide in momenti di accompagnamento guidato e relazioni di approfondimento. Si inizia con il percorso guidato del circuito perimetrale dell’area di S. Domenico, alle ore 14.30, cui seguirà in chiesa, alle ore 15, la relazione di padre Pio Marcato, docente in teologia, dedicata ai “Domenicani in Piemonte: cultura e santità attraverso alcune figure di Santi e Beati locali” e l’excursus storico su “il grande progetto marchionale e la sua realizzazione” a cura di Manuela Meni, archivista della Diocesi di Casale Monferrato. Infine è prevista la visita guidata nella sacrestia di San Domenico con esposizione degli arredi sacri, condotta dal liturgista Felice Ferraris.

Seguirà una riflessione musicale a cura del maestro Roberto Stirone.

“Nel mio bel San Domenico… I Domenicani a Casale tra Osservanza, Inquisizione, devozione e arte” si colloca nell’anno vigiliare del Giubileo dell’Ordine Domenicano in occasione dell’VIII centenario di fondazione dell’Ordine riconosciuto da papa Onorio III con sua bolla del 1216 e nasce dalla collaborazione tra la Diocesi di Casale Monferrato – settore Archivio Diocesano e Biblioteca del Seminario – e il Comune di Casale Monferrato, e, per la presente edizione, si avvale della partecipazione del Circolo Culturale ACL I “Vescovo Germano Zaccheo”, la parrocchia di san Domenico di Casale Monferrato, l’Associazione Idea Valcerrina, la Fondazione CRA, l’Archivio di Stato di Alessandria, l’Associazione Culturale Tridinum.

 13 dicembre 2014