bonifica amianto - ISabato 13 dicembre, durante l’evento formativo dal titolo “Amianto, salute e diritto”, verrà ufficialmente presentato il CUSA, Centro Universitario per gli Studi sull’Amianto, fondato dall’Università del Piemonte Orientale in partenariato con Città di Casale Monferrato, ASL AL e Centro Sanitario Amianto del Piemonte. Il CUSA verrà diretto dal dottor Massimo D’Angelo, attuale responsabile del Centro sanitario amianto del Piemonte.

Durante l’evento di inaugurazione e presentazione, che si svolgerà presso il Teatro Comunale di Casale Monferrato (Piazza Castello, 9) dalle 9.30 alle 13.00, interverranno il rettore Cesare Emanuel, il sindaco della Città di Casale Monferrato Titti Palazzetti, il direttore generale dell’ASL AL Paolo Marforio, il vice sindaco di Casale Monferrato Cristina Fava e l’assessore comunale con deleghe all’Ambiente Luca Gioanola.


Ai saluti istituzionali seguiranno un workshop formativo e una tavola rotonda sul tema “Dialogo su diritto e giustizia: il caso Eternit”. Il workshop prevede gli interventi di Crisitna Fava (Accordo di programma per gli interventi di bonifica nel sito di interesse nazionale di Casale Monferrato), di Massimo D’Angelo (Impatto sanitario delle patologie correlate all’amianto) e del docente UPO Gian-Luigi bulsei (Cittadini, saperi, istituzioni: un gioco di squadra).

La tavola rotonda analizzerà alcuni dei risvolti giuridici del cosiddetto “caso Eternit” – anche in relazione alla recente sentenza della Cassazione che ha annullato la condanna a carico dei vertici della stessa azienda – e vi prenderanno parte, oltre al direttore Massimo D’Angelo, i professori UPO Eugenio Bruti Liberati e Davide Petrini e il docente emerito di diritto penale Carlo Federico Grosso.

Il CUSA coordinerà iniziative di ricerca, didattica, formazione e servizi sui temi connessi all’amianto, attraverso l’apporto interdisciplinare del know-how presente in Ateneo e nell’ambito degli Enti che tutelano salute e ambiente. Il CUSA sarà il raccordo tra questi Enti: promuoverà la ricerca ambientale e sanitaria, le attività finalizzate alla riduzione del rischio di esposizione della popolazione alle fibre di amianto, la valutazione epidemiologica dell’impatto dei materiali e dei manufatti contenenti amianto, svolgerà ricerche finalizzate alla gestione dei rifiuti. Parteciperà, inoltre, a bandi per finanziamenti esterni e coordinerà la progettazione e la realizzazione di percorsi di formazione e di aggiornamento. La sua sede legale coinciderà con quella del Rettorato vercellese dell’UPO, ma quella operativa sarà a Casale Monferrato, a Palazzo Hugues, dove già oggi si svolgono le attività didattiche collegate ai Master che si occupano delle problematiche legate all’amianto.

Per informazioni contattare il n. 0161 261 528 o scrivere a progetti.didattica@uniupo.it

12 dicembre 2014