Nei prossimi 8 e 9 luglio a Milano, in concomitanza con il vertice europeo di tutti i Ministri dell’Interno e della Giustizia, si terrà una manifestazione pubblica, organizzata da tutte le sigle sindacali di Polizia maggiormente
rappresentative, che farà sentire il grido di dolore degli oltre 94.000 poliziotti che quotidianamente con grande responsabilità, servono questo Paese pur subendo continue ed ingiustificate umiliazioni da parte
di un Governo che non sembra perdere occasione per delegittimarne la dignità professionale ed umana, riuscendo ad incentivare una sola cosa: la
demotivazione totale e la rinuncia a combattere il crimine”.

Ciò, anche in funzione del fondato timore di ulteriori tagli lineari alla sicurezza, senza alcuna considerazione delle attuali precarie condizioni di lavoro e di vita del personale. Per non parlare del perdurare del blocco del tetto stipendiale e la preannunciata chiusura di 80 questure delle 103 attuali e degli oltre 300 presidi di Polizia che minano alle fondamenta il diritto alla sicurezza dei cittadini in un momento in cui l’Istat ha registrato un aumento di circa il 70% delle rapine e dei furti in tutto il Paese.
La delegazione del Co.I.S.P. alessandrino, guidata dal Segretario Generale Provinciale Carlo ROSSO, martedì 8 luglio, porterà il suo contributo cogliendo la propizia occasione per ribadire le criticità legate  alle preannunciate chiusure degli Uffici in provincia, alla mancanza di
capi di vestiario ed alla preoccupante situazione del parco veicolare e delle risorse economiche insufficienti per garantirne l’efficienza.

La segreteria provinciale del Coisp

7 luglio 2014

polizia inseguimento - G