carabinieri - INuove ed importanti attività dei Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato, che nella settimana appena trascorsa hanno tratto in arresto, in flagranza di furto di “rame”, un immigrato rumeno, sottoposto altro soggetto agli arresti domiciliari, deferito in stato di libertà 2 soggetti per “furto aggravato” ed altri 2 soggetti per “insolvenza fraudolenta ed appropriazione indebita”.

In particolare:


I Carabinieri della Stazione di Balzola, nel primo pomeriggio di mercoledì 11 giugno nel corso di specifica attività diretta a contrastare i furti di rame, hanno tratto in arresto un rumeno domiciliato a Torino che, fermato (dopo un breve inseguimento) a bordo di autovettura con targa francese, veniva sorpreso con a bordo diversi cavi in rame, opportunamente sezionati ed arrotolati (per un peso complessivo di circa 300 kg.), risultati asportati poco prima presso l’ex cementificio HOLCIM di Morano sul Po. Bogdan Alexandru Pitulice, quasi 23enne, veniva quindi dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Stazione, in attesa di rito direttissimo La merce, interamente recuperata, veniva restituita ai proprietari.

Sempre i militari della Stazione di Balzola, in Due Sture di Morano sul Po, davano esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari nei confronti di Raffaello Ravetti, 46enne del luogo, il quale, già sottoposto ad obbligo di dimora, violava ripetutamente le prescrizioni imposte; da qui, dopo le segnalazioni dei Carabinieri, l’aggravamento della misura.

I militari della Stazione di Casale hanno denunciato G.M.,45enne rumena domiciliatain città, per avere asportato, presso un noto negozio di cosmetici del centro storico, prodotti per un valore complessivo di circa 50 euro. La donna, prontamente fermata dai militari intervenuti, veniva identificata e la mercerestituita al titolare.

Infine i Carabinieri della Stazione di Pontestura, hanno invece denunciato V.B.21enne di Bergamo e C.P.,26enne anch’egli di Bergamo, i quali, ospiti di una struttura di agriturismo di Camino, si allontanavano senza pagare il relativo compenso, asportando altresì diversi suppellettili. Il danno ammonta a circa 500 euro.

 12 giugno 2014