bottazzi - IIndipendentemente da quanto comunicato dal giornalista Bottiroli su Oggi Cronaca, ritengo corretto precisare che la mia presenza all’incontro tra Candidati Sindaco di oggi in Piazza Malaspina è comunque garantita e mai messa in discussione.

Rispetto a quanto riportato nella lettera inviata ai cittadini ed all’articolo apparso su un quotidiano locale vorrei precisare che non si tratta di attacchi personali ma di considerazioni desunte da fatti oggettivi, da affermazioni ripetutamente espresse dal candidato stesso del centrosinistra durante la campagna elettorale “Riappropriamoci della città”, “Sono disposto ad essere un Sindaco Ombra” e da comportamenti tenuti nel passato dalle persone menzionate.

Sarebbe stato più opportuno da parte di Gianluca Bardone, anziché ostentare una plateale indignazione sul suo sito ed una fuga scomposta dal confronto, smentire tempestivamente le nostre affermazioni dichiarando le stesse infondate, garantendo ai cittadini che quanto paventato nelle nostre comunicazioni non corrisponde al vero nè ora nè in momenti successivi, così come sarebbe stato opportuno che le persone citate si fossero preoccupate di produrre documentazioni utili a smentire quanto su loro dichiarato.

Giuseppe Bottazzi

Pubblichiamo integralmente l’intervento del candidato sindaco Giuseppe Bottazzi, ma forse deve aver letto male il nostro articolo. Non abbiamo mai scritto che non avrebbe partecipato al dibattito, ma semplicemente abbiamo riportato la seguente dichiarazione dello staff di Bardone: “Ciò nonostante – prosegue la nota del Comitato Per Bardone Sindaco – per rispetto dei cittadini tortonesi che si aspettano proposte e non teatrini con toni e polemiche di squallida levatura il candidato del centro sinistra e la sua squadra proseguiranno con correttezza e serietà gli ultimi giorni di campagna elettorale. Preso atto che Bottazzi non ha in alcun modo preso le distanze pubblicamente da questi accadimenti, Gianluca Bardone, al fine di evitare di esporre se stesso, i membri della sua coalizione e i suoi collaboratori non parteciperà a confronti pubblici di qualsivoglia natura negli ultimi due giorni che precedono il ballottaggio.”

5 giugno 2014