I Commercianti di Alessandria dicono basta alle agevolazioni fiscali nei confronti di soggetti non imprenditoriali che somministrano alimenti e bevande ed effettuano intrattenimento. In pratica stop ad aiuti a circoli ed associazioni: la richiesta arriva da Fipe-Ascom, l’associazione dei baristi e ristoratori aderente a Confcommercio, in occasione della consultazione governativa sulla riforma del terzo settore.

Luigi Boano

Luigi Boano

“Circoli ed associazioni, essendo trattati come soggetti no profit, godono della totale detassazione e fruiscono di semplificazioni amministrativo-burocratiche di tutto rilievo – dichiara il Presidente Ascom Luigi Boano – Proponiamo, in accordo con la nostra Federazione nazionale, che le attività di somministrazione di alimenti e bevande, ove avvengano in strutture aventi oggettivamente la connotazione di bar e ristorante, anche se collocate presso la sede in cui viene svolta l’attività istituzionale dell’associazione o del circolo, vengano escluse dalla disciplina tributaria degli enti non commerciali e sottoposte alla disciplina fiscale dell’attività d’impresa”.


17 giugno 2014