Hulk Hogan King of the Wrestlers 2014 (2)Ecco un modo modo ‘spettacolare’ per rilanciare il già avviatissimo centro sportivo di Mombarone, magari in sinergia con le altre palestre private del capoluogo Altomonferrino: Il Wresling.

In città si parla da tempo su come promuovere al meglio il settore del fitness & wellness in modo ottimale tenuto conto del superbo risultato ottenuto in questo 2014 dai colori dei ‘Bianchi’ dell’Acqui Calcio Unione Sportiva: “Ma, che fare?”, si sono chiesti non pochi fra gli ‘addetti ai lavori’ nel corso di non pochi summit aventi quale finalità, finanze pubbliche e locali permettendo, la creazione di un polo avente carattere sportivo in senso complessivo al fine di rinverdire i fasti di un’ormai relativamente lontano passato quando grazie al Campione olimpionico Musso nel settore della Boxe ai tempi delle Olimpiadi di Roma (negli anni ’60 del XX secolo, ndr) il nome di Acqui Terme balzò all’attenzione internazionale.


Da quel che è trapelato – come ha reso noto il presidente dell’Associazione acquese no profit LineaCultura, Massimo Garbarino -, se la parola d’ordine sembra essere quella dei ‘costi contenuti’, il leiv motiv che da non pochi acquesi appassionati di tematiche sportive, complice anche la felice circostanza che Acqui Terme vanta non solo una tradizione pugilistica ma pure una riguardante il Rugby, potrebbe sfociare in un eventuale invito a visitare la città della Bollente nientemeno che al ‘Re’ indiscusso di quello che ai tempi di campioni quali Antonio Hinoki, Abdullah the Butcher, del compianto Andrè the Giant, protagonisti indiscussi del ‘vecchio’ Wrestling, era ed è Hulk Hogan.

Al secolo Terrence ‘Terry’ Eugene Bollea, meglio noto col ringname di Hogan (nato ad Augusta l’11 agosto del 1953, di chiare origini italiane, probabilmente di una famiglia dell’Alta Italia, sia da parte di mamma sia da parte di papà): egli è uno dei massimi wrestler a livello planetario oltre che attore statunitense

Il presidente di LineaCultura, Massimo Garbarino, in una nota aggiunge: “I molti acquesi e Altomonferrini che seguono con interesse tale disciplina sportiva e ovviamente spettacolare possono stare tranquilli che saranno tenuti aggiornati sugli sviluppi di tale ‘affaire’ nelle settimane a venire”. Ovviamente la parola passa ora alle istituzioni locali, in primo luogo il governo Altomonferrino guidato dal sindaco Enrico Bertero, che, Legge di stabilità permettendo, potrebbe eventualmente creare una ‘Cabina di regìa’ coinvolgendo più ‘attori’ in un possibile rilancio del brand Acqui Terme il tutto possibilmente connesso al circuito delle città termali europee.”