bardone - INegli ultimi giorni sono state portate alla attenzione del Comitato “per Bardone sindaco” diverse segnalazioni in merito alla chiusura delle scuole, sede di seggio elettorale dal 23 al 28 maggio, un week-end lungo dall’effetto sorprendente per le centinaia di famiglie che si trovano a dover riorganizzare in extremis la loro settimana lavorativa per sopperire al disagio creato.

“Lamentele di disservizio scolastico –dicono alcuni esponenti della coalizione che sostiene Bardone   – fanno eco ad un elenco già abbastanza carico di problemi riguardanti le strutture della nostra città caratterizzate da numerose aule fatiscenti, da palestre ai limiti dell’agibilità (condivise, a volte, da tre istituti scolastici contemporaneamente) transennate in perfetto stile cantiere, per tacere degli “addobbi a festa” fatti di reti da pescatore che dovrebbero proteggere i nostri bambini e i nostri ragazzi dalla possibile caduta di calcinacci, controsoffittature e cartongessi.L’elenco prosegue evidenziando lo stato dei servizi igienici non funzionanti o, per i più privilegiati, attivati in modo precario “grazie” a pezzi di ricambio obsoleti o improvvisati con mezzi di fortuna, ma sempre in ritardo rispetto alle segnalazioni.”


Gianluca Bardone con moglie e figli

Gianluca Bardone con moglie e figli

“Le maestre di sostegno – aggiungono –  decimate e costrette a seguire più alunni in diverse classi, senza poter garantire un servizio costante e costruttivo. Per quale motivo il Comune non opera da Comune impegnandosi a risolvere quanto di sua competenza o ad intercedere presso terzi per tutto il resto? Per quale motivo il Comune non è riuscito a stanziare dei fondi da impiegare per permettere un più celere servizio di allestimento e sgombero dei seggi elettorali, in tempo utile da non far perdere ai nostri ragazzi quasi una settimana di scuola? Per quale motivo il Comune non è riuscito a stanziare dei fondi da impiegare per mettere a disposizione, un giorno, un mezzo di scuolabus, un dipendente e un po’ di organizzazione che permettesse agli abitanti delle frazioni sprovviste di seggio elettorale, di raggiungere il proprio seggio in città?”

Domande che sono state recepite dalla coalizione che lo sostiene e che è pronta a difendere la scuola dell’infanzia di via Bidone e ad impedirne il trasferimento, siamo dalla parte degli insegnati e degli addetti ai lavori e con loro lavoreremo per ricostruire le scuole di Tortona.

Queste ed altre problematiche legate alla scuola saranno approfondite nell’incontro organizzato dagli esponenti della Lista PD mercoledì 21 maggio alle ore 18 presso la Soms Ospiti di questo incontro/dibattito aperto a tutti, saranno il candidato al Parlamento Europeo Daniele Viotti, il prof Giampiero Ferretti e il candidato sindaco Gianluca Bardone. Interverranno nel corso della serata anche altri professori e insegnanti delle scuole del tortonese che esporranno ai candidati e ai presenti la difficile situazione nella quale versano le scuole.

A seguire, aperitivo e poi trasferimento all’area Matteotti per il concerto di Bruno D’Andrea.

 21 maggio 2014

 Articolo redazionale. Committente: Comitato “Per Bardone sindaco”