forma casale - IL’attesa firma c’è stata. Agenzia del Demanio (Direzione Regionale Piemonte e Valle d’Aosta) e Provveditorato interregionale per le opere pubbliche hanno sottoscritto – ieri a Torino – la convenzione per la progettazione, la costruzione e il collaudo della nuova caserma dei Carabinieri in località San Bernardino. Erano presenti, per il Comune di Casale Monferrato il Sindaco Giorgio Demezzi e il dirigente del settore Pianificazione Urbana e Territoriale Roberto Martinotti.

Il cronoprogramma – di imminente attivazione – prevede quattro mesi per l’attività di sondaggio del terreno, 2 per il completamento del progetto preliminare, altrettanti per il definitivo e altri 2 per la progettazione esecutiva.


La spesa complessiva ammonta a 3 milioni 800mila euro, di cui 350mila destinati al finanziamento di tutte le frasi progettuali. Per la città di Casale Monferrato si tratta di un grande risultato. L’operazione, da tempo attesa, oltre a risolvere un problema ventennale, ha prodotto effetti positivi sullo stato patrimoniale del Comune. Dal conto economico del bilancio consuntivo 2013 si rileva un risultato positivo di un milione 616mila euro proprio per effetto della permuta della Caserma Mameli – ora a tutti gli effetti di proprietà del Comune – e della cessione all’Agenzia del Demanio della parte di proprietà della Caserma con la ‘De Cristoforis’ e del terreno in San Bernardino.

 11 maggio 2014