berutti - QIl sindaco di Tortona, Massimo Berutti, è stato ufficialmente diffidato dal Partito Democratico che con una lettera consegnata nel tardo pomeriggio di giovedì, a firma del capogruppo Marco Picchi, ha intimato al primo cittadino, di astenersi dal designare il rappresentante del Comune di Tortona nell’Organo di indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio perché sarebbe un atto illegittimo “assunto con l’intento evidente di vincolare anche la prossima amministrazione ad una scelta non improrogabile, né urgente.”

La legge infatti negli ultimi 45 giorni di mandato, impone agli amministratori locali, di adottare solo decisioni urgenti e la designazione del membro non lo è.


“Con stupore – scrive Picchi a nome del Partito Democratico – abbiamo appreso la pubblicazione sul sito internet del Comune di Tortona del bando per la designazione del rappresentate del Comune in seno alla, Fondazione e poiché sono già stati indetti i comizi elettorali la legge prevede la possibilità dopo l’indizione dei comizi elettorali di adottare solo gli atti improrogabili ed urgenti , cioè quelli la cui adozione debba avvenire entro un termine perentorio previsto a pena di decadenza ed è chiaro che tra questi non rientra il bando di cui sopra preordinato alla designazione di un membro della fondazione cassa di risparmio di Tortona in scadenza il 26 luglio e come tale nominabile dal prossimo sindaco.”

Non si tratterebbe insomma di un atto di ordinaria amministrazione, intendendo per tale tutta l’attività necessaria a garantire la continuità dell’azione amministrativa.

Il Pd chiede di lasciare la futuro sindaco questo compito.

Secondo diversi componenti della minoranza, un buon sindaco avrebbe dovuto ,come da

giurisprudenza costante e circolari Anci, aspettare l esito delle elezioni e non vincolare la prossima amministrazione con designazioni inopportune e, secondo il Pd, illegittime.

La nomina del rappresentante del comune in seno alla Fondazione dura 5 anni e sarebbe d è singolare farlo adesso.

Ma perché un sindaco al termine del mandato come Berutti dovrebbe fare questa designazione proprio adesso?

Difficile dare una risposta e capire gli umori in seno alla vicenda. L’unica cosa che si può dire è che attualmente come rappresentante del Comune in seno alla Fondazione, giunto ormai a fine mandato c’ Andrea Zanardi, figlio di Antonio Zanardi, eletto nel 2009 col Centro destra e ora passato con Bardone.

 8 maggio 2014