Ultime notizie sulla discarica Irweg di Molino dei Torti La conferenza dei servizi della Provincia di Alessandria che è stata sospesa per consentire all’azienda di replicare ai pareri contrari. A maggio dovrebbe tenersi una prossima seduta che dovrebbe essere quella definitiva.

I firmatari per il NO sono passati da 400 a 600 con l’aggiunta di 200 firme di abitanti di Cornale, il paese immediatamente a valle della discarica e finora mai coinvolto.


Il Comune di Molino ha corretto, sulla base di ulteriori approfondimenti, la sua posizione partendo dallo spunto che il territorio è basato su una attività agricola di pregio e non è affatto terra degradata. Ha chiesto anzitutto che gli attuali cinque codici di prodotti da smaltire siano portati a otto e non a 45. Anziché dieci metri sopra la campagna, si può arrivare solo a metri 3,20.

La variante urbanistica la cui concessione dovrà essere decisa dal Consiglio comunale.

A questo punto l’ampliamento cambierebbe aspetto e dimensioni rispetto alla richiesta Irweg

Molte, a quanto pare, le obiezioni della Provincia, in particolare per la vicinanza delle falde (aspetto ripreso da tutti dopo le foto proiettate nella serata del 7 marzo), del Parco del Po, dell’Arpa, e dei Comuni di Castelnuovo, Guazzora e Casei.

 17 aprile 2014