casale piazza castello - IOltre 150 ragazzi degli istituti secondari di primo grado del territorio si sfideranno in gare di atletica per decretare il vincitore di What’s Cup, l’iniziativa del Comune di Casale Monferrato e dei tre Club Lions Marchesi del Monferrato, Casale Host e Vignale.

La presentazione ufficiale dell’edizione 2014 è stata fatta ieri, 8 aprile, nella Sala Guala del Comune di Casale Monferrato alla presenza di (da sx nella foto): Elena Caire, past president Lions Club Casale Host, Tina Corona, vice presidente Lions Club Vignale, Carlo Caire, assessore alla Pubblica Istruzione, Emanuele Capra, vice sindaco, Federico Riboldi, assessore allo Sport , e Pierluigi Sargian, presidente Lions Club Marchesi del Monferrato.


«Dopo il successo dell’anno scorso – ha esordito il vice sindaco Capra – What’s Cup torna al Palafiere per un pomeriggio di sport che sarà la testimonianza della coesione di un territorio che sempre più cerca momenti di incontro per iniziative e percorsi coesi».

What’s Cup si terrà nel pomeriggio di questo sabato, 12 aprile, e vedrà partecipare una trentina di studenti dei tre Istituti Comprensivi di Casale Monferrato e quelli di Vignale – Ozzano, Cerrina e Ticineto.

«Con questa iniziativa – ha proseguito l’assessore Caire – si vuol riportare alla sana competizione i ragazzi, facendo scoprir loro la soddisfazione di vincere con le proprie forze. L’altro aspetto importante di What’s Cup è la dimostrazione di quanto sia fondamentale la condivisione: si parla tanto di rete, ma noi la stiamo attuando concretamente».

Sull’aspetto sportivo della manifestazione è intervenuto l’assessore Riboldi: «Il risultato, nell’ambito sportivo, è importante: se si parte da questo concetto si capisce perché la sconfitta non deve essere vissuta come un momento negativo, ma come il giusto stimolo a fare meglio. Valori importanti che in questi anni abbiamo cercato di portare avanti valorizzando lo sport per tutti e da tutti praticato».

I ragazzi saranno impegnati in tre prove di atletica leggera nelle categorie della corsa (60 e 1000 metri) e del lancio del vortex. Oltre ai vincitori nelle singole discipline, al termine di What’s Cup, sarà decretata anche la scuola prima assoluta.