terzo valico. -I“Per non perdere il treno…Le ragioni del Terzo Valico: una speranza e un’opportunità”: questo il titolo del convegno promosso da Cisl e da Filca Cisl di Piemonte e Liguria per venerdì 14 marzo 2014, alle ore 14.30, nella sede dell’Unione Artigiani di Viale dell’artigianato, zona D3, ad Alessandria.

Dopo i saluti del segretario Cisl di Alessandria-Asti, Alessio Ferraris e del Prefetto, Romina Tafuri e le relazioni di Sergio Migliorini, segretario generale Cisl Liguria, Luigi Merlo, Commissario Opera Terzo Valico e di Piero Donnola, segretario generale Filca Cisl Piemonte, ci sarà una tavola rotonda moderata dal giornalista della Stampa, Massimo Numa.


Sono previsti gli interventi del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, dei presidenti delle regioni Piemonte e Liguria, Roberto Cota e Claudio Burlando, del presidente Cociv, Michele Longo e del segretario nazionale Filca, Domenico Pesenti.

Le conclusioni del convegno sono affidate al leader Cisl, Raffaele Bonanni.

“Per non perdere il treno della crescita – spiega la segretaria Cisl Piemonte, Giovanna Ventura – è necessaria una forte politica di rilancio perché le buone intenzioni non bastano. Ci vuole una convinta azione di sviluppo del nostro sistema infrastrutturale e ci vuole il lavoro, quello vero. Basta cercare la ricetta giusta, è venuto il momento di far partire i progetti già decisi e finanziati”.

Per il segretario regionale Filca Cisl Piemonte, Piero Donnola: “Il Terzo Valico va fatto perché dà lavoro, è utile e sostenibile. Con la sua realizzazione si modernizzano i collegamenti tra Piemonte e Liguria, si dà lavoro alla popolazione locale, aprendo una possibilità di sviluppo per l’Alessandrino anche nel settore logistico, e si velocizza il collegamento tra il centro Europa e Genova, rilanciando l’attività portuale. Il tutto per una durata dei lavori stimata in 10 anni”.

13 marzo 2014