Quasi 6.000 animali vivi, stipati in modo disumano, dentro due camion. Questo è ciò che hanno trovato due due Agenti della Polizia Stradale di Alessandria quando, in due diverse occasioni hanno messo a fine al trasporto disumano di animali.

La lince rinchiusa in una piccolissima gabbia

La lince rinchiusa in una piccolissima gabbia

L’ultimo intervento è avvenuto l’altro giorno quando hanno fermato un tir dentro il quale c’erano 150 uccellini, 5200 topolini, 50 papagallini, 4 serpenti, una lince e persino un piccolo canguro.


Si trattava di un viaggio dai paesi dell’Est Europa e destinato nella penisola iberica. Oltre 30 ore di viaggio senza soste previste e tutti stipati in quel vano di carico del furgone.

Con l’intervento della ASL competente si è cercato di trovare una soluzione mentre il conducente trasportatore è stato sanzionato con una multa di circa mille euro.

Il 14 marzo scorso, invece, un autoarticolato francese è stato fermato durante il viaggio dalla Francia verso la Puglia . circa 350 ovini risultavano stipati sul mezzo industriale, in modo eccessivo.

Con l’intervento del veterinario si rendeva necessario far riposare, bere e mangiare le pecore, prima di riprendere il viaggio.

Dall’esame degli animali alcuni risultavano con gli arti inferiori spezzati, tanto da dover essere abbattuti per le sofferenze.

Sono state contestate infrazioni per oltre 7.000 euro ed il conducente è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria affinchè valuti la sussistenza del reato di “maltrattamento di animali”.

Marina Listante

Marina Listante

“Il trasporto di animali vivi – dice il comandanten provinciale della Polistra stradale Marina Listante – è un settore impegnativo per gli operatori di Polizia Stradale. La normativa complessa, le difficoltà con le specifiche tipologie di trasporto comunitario e soprattutto i tempi ridotti per effettuare i controlli (la legge richiede di completare le procedure entro un paio d’ore) rendono gravosa tale attività. Cominciano ad essere molti gli animali vivi che si muovono su strada e pertanto questa Sezione Polizia Straale , riprendendo le indicazioni del Superiore Ministero, ha disposto un aumento dei controlli sul territorio alessandrino, sulle tratte stradali di maggior afflusso veicolare.”

 25 marzo 2014