E’ ufficialmente operativo il Piano delle alienazioni del Comune di Tortona. Diversi gli immobili in vendita: i più appetibili per i privati, sotto questo punto di vista, sono il fabbricato ex Orsi, attuale sede del Centro Giovani in piazza Domenico Mossi 1 ed il fabbricato del Loreto ex sede della Casa di Accoglienza. Il primo sarà venduto probabilmente alla vicina scuola di formazione professionale che ha già manifestato interesse all’acquisto, mentre per il secondo essendo collocato all’interno del centro storico, non dovrebbero esserci problemi.

Per il resto, Bocciodromo a parte di cui però non si sa ancora se verrà effettivamente venduto, si tratta di immobili di valore relativamente basso, fra cui molti terreni: l’area in strada comunale Cabannoni, i piazzali presso l’ex s.s. 10 Padana Inferiore e l’area in strada comunale Savonesa – località Interporto, terreni in strada Cabannoni, in zona Villoria, in via Silvio Ferrari, in via Bertarino, in via Antico Traghetto, in via Postumia, in strada Viola Rose Faceto in fregio torrente Ossona, in zonaCoinart II, area verde a lato roggia Maghisello, in via Postumia zona COINART II. Poi altri terreni in via Sacco strada Villoria, viale Piemonte, via Guala, in strada comunale Virgo Potens all’incrocio con corso Coppi, e presso l’ex 10. Potrebbe essere appetibile un terreno in piazza in piazza I Maggio; delle aree in viale Piemonte, l’ex Canile e l’Autoparco, l’area in via Brigata Garibaldi, l’area in via Cavalieri di Vittorio Veneto.


«Per quanto riguarda il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2013 – ha detto il sindaco Massimo Berutti – abbiamo acquisito tutti i pareri degli enti competenti in materia di rispetto delle tutele di natura storico-artistica, archeologica, architettonica e paesaggistico-ambientale (Ministero per i beni e le attività culturali – Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici; Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte; Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Novara, Alessandria, Verbano-Cusio-Ossola), i quali non hanno presentato osservazioni. A questo punto, con l’adozione del piano definitivo, potremo procedere con la vendita degli immobili seguendo le modalità previste dal regolamento per l’alienazione del patrimonio comunale».

 12 novembre 2013