A.E.C.I. Tortona accoglie le richieste dalle famiglie e dai soggetti con maggiori difficoltà. Grazie al rifinanziamento del “Fondo di solidarietà” istituito per i mutui prima casa dal ministero dell’Economia con Legge n. 244 del 24/12/2007, dal 27 aprile 2013 è possibile per tutte le famiglie in difficoltà richiedere la sospensione della rata del proprio mutuo, stipulato per l’acquisto dell’abitazione principale, fino a 18 mesi, salvo che sussistano i requisiti previsti.

Possono presentare domanda i soggetti con i seguenti requisiti minimi:


✔ Proprietari il cui immobile è adibito ad abitazione principale

✔ Titolari di un mutuo contratto per l’acquisto dell’immobile non superiore ad € 250.000

✔ Indicatore ISEE non superiore ad € 30.000

✔ Attualità dello stato di disoccupazione.

Il mutuo deve essere in ammortamento da almeno 1 anno al momento della presentazione della domanda e, in caso di ritardo nel pagamento delle rate, questo non deve superare i 90 giorni consecutivi. In caso di mutuo cointestato è sufficiente che le condizioni indicate sussistano nei confronti anche di uno soltanto dei mutuatari.

In caso di morte del mutuatario, la domanda può essere presentata dal cointestatario del mutuo o dall’erede subentrato nell’intestazione del mutuo, il quale dovrà essere in possesso dei requisiti minimi e dovrà aver trasferito la propria residenza nell’immobile oggetto del mutuo.

Situazioni per le quali è possibile ricorrere al fondo:

✔ Cessazione del rapporto di lavoro subordinato (tempo determinato/indeterminato) causa licenziamento per giustificato motivo oggettivo, o dimissioni per giusta causa.

✔ Cessazione del rapporto di lavoro parasubordinato da parte dell’intestatario o di uno dei cointestatari del contratto di mutuo.

✔ Insorgenza di condizioni di non autosufficienza o handicap grave dell’intestatario o di uno dei cointestatari del contratto di mutuo.

Tali situazioni devono essersi verificate successivamente alla stipula del contratto di mutuo e massimo 3 anni prima alla richiesta di accesso al Fondo di Solidarietà.

A.E.C.I. Tortona ha già iniziato a raccogliere le domande di accesso al Fondo di Solidarietà per le famiglie più disagiate, ed è disponibile per assistere chiunque ne abbia la necessità.

Per maggiori informazioni  Piazza Malaspina, 10 a Tortona oppure  0131/1951107 o tramite la nostra e-mail

tortona@euroconsumatori.eu.

 14 maggio 2013