Ma che razza di modo è questo di fare politica?

La domanda viene spontanea dopo la vicenda che vede coinvolti un po’ tutti:  Comune, partiti di maggioranza ed opposizione.

Tutto nasce dal comunicato stampa firmato da quattro formazioni politiche: Avanti Novi, Comitato ALFARE, Fratelli d’Italia e Lega Nord in cui scrivono che “anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, la Corte dei Conti ha messo sotto controllo il Comune di Novi Ligure., questa volta per il rendiconto 2011 ed il bilancio di previsione del 2012. Una vera e propria tirata d’orecchie, della quale ci preoccupano soprattutto tre specifici richiami.”

Cadiamo dalle nuvole: ma come? Il Comune riceve una lettera dalla Corte dei Conti e sta zitto e non informa la popolazione della vicenda attraverso gli organi di informazione che dovrebbero essere il “trait d’union” tra il “palazzo” e la gente?

Non sappiamo se qualche giornale abbia pubblicato la notizia, di certo noi non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione ufficiale, ma quanto pare neppure gli altri quotidiani on line, visto che nessuno ha scritto nulla. I cartacei, francamente, non lo sappiamo.

Andiamo avanti a leggere la missiva dei 4 firmatari dell’opposizione che si cimentano in critiche verso il Comune facendo riferimento al contenuto della lettera della Corte dei Conti che né noi né i cittadini conoscono e rimaniamo basiti: come si fa a pubblicare un comunicato in cui si fa riferimento ad un documento che non ci è stato inviato da nessuno e che pochissimi conoscono?

A questo punto non possiamo che stigmatizzare l’atteggiamento del Comune (maggioranza) e dell’opposizione: il primo perché, a quanto pare, tiene nascosta la lettera della Corte dei Conti (se l’ha divulgata ad altri peggio ancora perché noi non ne siamo venuti in possesso), la seconda perché è inammissibile criticare il contenuto di una lettera senza allegare il testo completo, facilmente reperibile da un consigliere comunale attraverso una semplice richiesta di accesso agli atti.

Riteniamo non corretto e parziale questo modo di fare informazione. Da parte di tutti. Agire correttamente sarebbe stato rendere pubblico il contenuto della lettera della Corte dei Conti.

Come può un lettore farsi una propria opinione se non conosce il testo della lettera? Se non sa cosa chiede la Corte dei Conti al Comune e se veramente questo viene “richiamato” come afferma l’opposizione?

Per tutti questi motivi, abbiamo deciso di non pubblicare nulla al riguardo, se non questa nota di aspra critica nei confronti di tutti perché a nostro parere, un atteggiamento simile denota una scarsa considerazione verso i cittadini, che meriterebbero invece di essere al corrente di tutto ciò che succede in Comune, visto che gli amministratori comunali (sia di maggioranza che di opposizione) sono chiamati a decidere sui soldi pubblici, cioè denaro di tutti noi.

Dov’è la trasparenza in tutta questa vicenda? Attendiamo risposte.

…. se mai arriveranno……

Angelo Bottiroli

 19 maggio 2013