Non sono veritiere le motivazioni che il Comune di Tortona ha adotto per evitare di concedere l’autorizzazione ad aprire una sezione distaccata della scuola media di Viguzzolo alla scuola elementare “Gianni Rodari” di Tortona (che dipende appunto da Viguzzolo) con tre aule per ospitare i 78 alunni che si sono iscritti alla media di quel paese, ma vorrebbero frequentarla a Tortona all’interno dello stesso edificio in cui si trovano oggi e che ha lo spazio e secondo Bovone, tutti i requisiti per realizzare l’intervento. .

Lo scrive il dirigente scolastico della Rodari, Giampaolo Bovone, in una lunga lettera inviata non solo al sindaco di Tortona, Massimo Berutti, ma anche al Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale di Alessandria Antonino Meduri, all’ Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione Alberto Cirio e a quello provinciale Graziano Moro.

 

IL COMUNE NON SA NEANCHE QUANTI ALUNNI CI SONO ALLA RODARI

bovone giampaolo 1- I

Giampaolo Bovone

Bovone contesta le motivazioni del diniego di un comune che non sa neanche quanti alunni ha la scuola Rodari: “Innanzi tutto – dichiara Bovone la scuola primaria “G.Rodari” di Tortona ha una popolazione scolastica di 282 alunni e non di 226 come indicato dal Comune, suddivisi in 14 classi; l’edificio scolastico è considerato a norma rispetto alle normative in materia di accessibilità, antincendio e sicurezza, in relazione all’effettivo numero degli iscritti, in quanto rientra nelle scuole di tipo 2 (scuole con un numero di presenze contemporanee da 310 a 500 persone – punto 1.2 nell’allegato al DM 26/8/92) e infatti accoglie ben oltre le 300 persone (282 alunni, 26 docenti, 6 A.T.A., 6 borse lavoro del CISA, il personale della cucina e il personale della Casa del Bambino). Per questo motivo gli addetti antincendio hanno sostenuto l’esame presso il comando dei Vigili del fuoco di Alessandria, come previsto dal DM 10/3/98 per questa categoria di scuole.”

Non è vero, secondo il dirigente scolastico, inoltre, che il Comune dovrebbe effettuare lavori dal punto di vista tecnico strutturale per una riorganizzazione degli spazi esistenti: “Gli spazi disponibili nell’edificio – scrive Bovone nella lettera – sono in grado di accogliere un aumento di popolazione scolastica di oltre 150 alunni (4 aule disponibili a tutt’oggi e n° 2 aule dal prossimo anno scolastici) senza costi e oneri per l’amministrazione comunale e/o eventuali ristrutturazioni e ampliamenti. L’edificio è dotato di accessi ai disabili su tutto il piano rialzato e l’Amministrazione Comunale di Tortona ha già deliberato un piano di interventi di adeguamento alle norme di sicurezza (più volte pubblicato sugli organi stampa locali) che prevede anche la realizzazione di un ascensore. L’edificio è dotato di una piccola palestra (ristrutturata nel 2009 dalla stessa Amministrazione Comunale. e adeguata ad alunni delle classi quinte) ed è stata fatta una convenzione con l’Istituto Marconi per l’utilizzo della palestra del medesimo istituto.”

25 marzo 2013