Nuove vie di valorizzazione e tutela del territorio all’insegna dello sport, del turismo e della mobilità ecosostenibile questo iol progetto del comitato “Colli di Coppi” che è stato presentato a Castellania.

Un progetto condiviso di valorizzazione del territorio e tutela del patrimonio naturalistico, culturale ed eno-gastronomico delle colline del tortonese e del novese.

Punto di partenza e chiave di volta di questo progetto sono il cicloturismo e la “mobilità sostenibile”: per un territorio storicamente vocato alla bicicletta, anche il futuro potrà correre veloce sulle due ruote. Evento aggregatore di energie e contatti sarà “La mitica”, manifestazione cicloturistica su biciclette d’epoca nata l’anno scorso per iniziativa del comitato Colli di Coppi e da quest’anno inserita nel Giro d’Italia d’epoca, circuito cicloturistico di prestigio internazionale che richiama sulle “strade bianche” d’Italia appassionati da tutto il mondo.

La presentazione era aperta a tutti i rappresentanti dei comuni della valle Scrivia, delle colline tortonesi e novesi e del limitrofo territorio della pianura alessandrina: comuni che saranno interessati dal passaggio della ciclo storica o che semplicemente potranno beneficiare dei flussi turistici portarti, fra giugno e luglio, da “La mitica” e dalle manifestazioni collaterali che la arricchiranno. L’intento del comitato “Colli di Coppi” è quello di avviare contatti permanenti con gli enti locali e definire le linee guida di un protocollo d’intesa tra i comuni e realtà associative e commerciali per avviare un progetto comune di valorizzazione e sviluppo.

Nella sala gremita erano presenti fra gli altri i sindaci dei comuni di Alzano, Carezzano, Casalnoceto, Castelnuovo Scrivia, Costa Vescovato, Garbagna, Gavazzana, Guazzora, Molino dei Torti, Montegioco, Novi Ligure, Sardigliano, Sarezzano, Vignole Borbera, Viguzzolo, Villalvernia, Villaromagnano.

A fare gli onori di casa è stato il sindaco di Castellania Sergio Vallenzona: il paese natale di Fausto Coppi infatti non solo ospiterà la partenza e l’arrivo della ciclostorica “La mitica” in programma per il 30 giugno 2013, ma è fra i promotori dell’intero progetto dei Colli di Coppi.

Dopo i saluti iniziali del sindaco Vallenzona e del presidente del comitato Colli di Coppi, Pietro Cordelli, la parola è passata a Giampaolo Bovone, che ha raccontato ai presenti il fenomeno delle ciclostoriche in Italia e nel mondo, a partire dal caso esemplare dell’Eroica di Gaiole in Chianti. Bovone ha parlato con passione del mondo che sta dietro il cicloturismo su bici d’epoca, ricordando come il nostro territorio possa vantare un punto d’onore d’avvero unico: la presenza storica del Campionissimo Fausto Coppi.

Con un ruolo più tecnico Dario Canciani, Paolo Greco, Matteo Massiglio e Mario Zadra, hanno illustrato i principali casi di riferimento di sviluppo cicloturistico del territorio in Europa e in Italia per poi presentare l’idea del comitato su come costruire un percorso condiviso nato nel territorio, ma di respiro sovralocale. Tale processo intende coinvolgere gli attori locali nella realizzazione di una serie di azioni pubbliche e private e attivare potenziali finanziatori istituzionali e non.

 

LE INIZIATIVE

Sono state quindi illustrate iniziative e progetti sostenibili di valorizzazione del territorio, con particolare attenzione alle risorse naturali e alla tutela dei percorsi verdi, rivolti al turismo attivo contemporaneo attento ai servizi, agli aspetti culturali, alla fruizione sicura e informata dei luoghi.

Alla fine della loro presentazione, corredata da numerose immagini e da spunti progettuali diretti, i tecnici hanno proposto un protocollo d’intesa al quale sono stati invitati ad aderire tutti i comuni partecipanti, con la convinzione che la valorizzazione della cultura della bicicletta e dei percorsi cicloturistici “verdi” possano diventare un mezzo concreto di promozione del territorio, con grandi benefici per l’enogastronomia, per le strutture recettive alberghiere e per tutta l’economia della zona.

Alla fine della presentazione alcuni dei sindaci presenti sono intervenuti per condividere il progetto e proporre idee e suggerimenti.

La ciclostorica “La mitica” al suo debutto il 1 luglio dell’anno scorso è stata in grado di portare a Castellania quasi 150 partecipanti cicloamatori su biciclette d’epoca e un vasto pubblico attratto dalla spettacolare carovana di bici e abiti d’epoca ma anche dalla presenza di numerosi eventi collaterali (eventi culturali, teatrali, enogastronomici). L’edizione 2013 rappresenta un passo ulteriore con l’adesione al circuito del Giro d’Italia d’epoca e molti nuovi eventi ad essa legati.

Un bilancio, dunque, più che positivo per il progetto dei “Colli di Coppi” e per “La Mitica”, nata come “scommessa” di un gruppo di amici cicloamatori e ora già lanciata a diventare un appuntamento prestigioso del cicloturismo internazionale (si attendo partecipanti da tutta Europa) e una risorsa per il territorio.

Umberto Cabella

6 marzo 2013