Dopo la lettera della nostra lettrice francese, Marie, sulla vicenda del rinoceronte, pubblichiamo l’ultima lettera che la nota animalista tortonese, Paola Re, ha inviato ieri al Sindaco e all’Assessore di Venezia nonché agli organizzatori del Carnevale veneziano che “chiude il cerchio” di una vicenda che, anche se non riguarda da vicino la provincia di Alessandria, abbiamo voluto ospitare per solidarietà ai numerosi animalisti che ci seguono e che leggono quotidianamente “Oggi Cronaca” e avevano evidenziato in più occasioni il loro disagio al riguardo.

***********

 

Paola Re

Paola Re

Gentilissimi,

la settimana scorsa vi scrissi per avere delucidazioni sulla vostra scelta relativa al manifesto del Carnevale di Venezia 2013.

Non ho avuto risposta da voi ma, dove non arrivano le istituzioni, spesso arrivano i cittadini.

Vi riporto sotto la lettera inviata da una lettrice francese al giornale OggiCronaca http://www.oggicronaca.it/ che ha pubblicato la mia lettera indirizzata a voi.

Mi ha fatto piacere la risposta della lettrice, premurosa come le istituzioni non sempre sono.

La scelta del manifesto in omaggio al veneziano Pietro Longhi, “il Molière della pittura” come lo definiva lo storico dell’arte André Chastel, è una scelta motivata, proprio perché è un pittore che ha dato lustro alla vostra città. Nonostante conosca Pietro Longhi e lo consideri un rappresentante insigne dell’arte italiana, non conoscevo quest’opera.

Penso che la vostra scelta dell’artista sia ottima, per il suo talento e per la sua venezianità, ma resto convinta che la vostra scelta del manifesto sia pessima, per il soggetto che rappresenta.

Mi fa piacere che anche oltreconfine la vostra scelta non sia stata particolarmente gradita.

Ribadisco la mia solidarietà ai Veneziani che difendono gli animali e amano Venezia rappresentata loro malgrado da un’immagine così inopportuna, nonostante sia frutto del talento di un loro illustre concittadino.

Ribadisco la mia solidarietà ai rinoceronti di tutto il mondo che non possono protestare ma per fortuna c’è chi lo fa per loro.

Cordiali saluti.

Paola Re – Tortona

 10 febbraio 2013