Al braccio di un cadetto della scuola di Polizia di Alessandria sabato 2 marzo trenta splendide fanciulle tra i sedici ed i vent’anni entreranno ufficialmente in società, nella splendida cornice di Villa Bottaro a Silvano d’Orba: la manifestazione è organizzata dall’associazione Fabulae di Ginevra Paternoster.

E’ stata presentata al Corona Caffè di Novi. “Un’iniziativa – ha tenuto a sottolineare Ginevra Paternoster – che da una parte vuole costituite un momento di sogno per le ragazze che vi parteciperanno e dall’altro, come di solito accade per le iniziative dell’associazione, ha anche un intento benefico. Si vuole infatti sostenere la Fondazione Uspidalet di Alessandria in quelle che sono le sue finalità, venendo incontro alle fasce più deboli della popolazione.”

Le debuttanti - iEd infatti alla Fondazione Uspidalet sarà devoluto gran parte del ricavato. Ginevra Paternoster ha quindi rivelato che le ragazze saranno preparate per quella serata da un noto stilista emergente, Gaetano Antonacci di Cesena, offertosi gratuitamente.

Le acconciature saranno curate da “glam@art” di via Oneto a Novi mentre il trucco sarà opera di Chiara Estetica di Novi. Le coreografie sono state studiate dalla maestra Anna Gladkwska della scuola di danza “Ankor Dance” di Fresonara.

Inoltre la serata sarà accompagnata dalla cena curata dagli chef di Villa Bottaro, una cena che verrà gustata in un ambiente davvero splendido, elegante e fine, in una cornice di altri tempi, al suono dei valzer di Strauss, della Marcia di Radetzky e della Polonez di Oginski.

Ospiti della serata saranno Erika Cosin e Daniel Losi e gli allievi della scuola “Alexandria Music School” di Alessandria. Dopo la presentazione dell’iniziativa è toccato quindi ad Elena Gola portare il saluto del direttore della Scuola di Polizia di Alessandria, affermando che questa si è prestata volentieri all’iniziativa.

“I nostri allievi – ha detto – diventeranno dei poliziotti ma la Scuola di Polizia è sensibile a manifestazioni come questa che hanno anche una finalità benefica pienamente condivisibile.”

Stefano Damonte, in rappresentanza del Questore di Alessandria Filippo Dispenza, ha rilevato di sentirsi onorato di aderire al progetto “Ricovero a misura di bambino” il cui ricavato sarà devoluto a favore della Fondazione Uspidalet. E’ toccato quindi ad Alla Palenzona, che della Fondazione Uspidalet è la presidente, esprimere parole di ringraziamento per l’iniziativa, parole che hanno suscitato una notevole emozione in Ginevra Paternoster che non è riuscita a trattenere alcune lacrime di commozione.

Le ragazze partecipanti alla serata l’hanno sostenuta con un lungo e fragoroso applauso. Alla Palenzona ha affermato che la presidente di Fabulae, grazie a questa iniziativa, è riuscita a far capire ai giovani l’importanza dell’impegno per il bene comune. Ed ha ringraziato anche le famiglie delle giovani debuttanti, “che hanno voluto unire ad un momento di gioia un atto di grande generosità.”

Fernando Pesce, direttore del Dipartimento Pediatrico dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria, ha espresso parole di soddisfazione per una iniziativa “che dimostra la costante attenzione della società civile del territorio verso la nostra struttura e verso i nostri bambini.” Rimarcando come la sede del Reparto di Pediatria del Presidio Pediatrico “Cesare Arrigo” della ASO di Alessandria si presenti quasi completamente ristrutturato. “Nella nostra opera abbiamo pensato, per i bambini, anche a letti e ad armadi a forma di topolino. Nella cura dei bambini l’ambiente, l’accoglienza, il gioco, l’allegria che si può trasmettere, sono fattori importanti per la guarigione e per evitare la percezione del ricovero come un momento sgradevole.” Francesco Canobbio, direttore operativo della Fondazione Uspidalet ha rilevato che questa lavora su progetti approvati dall’azienda ospedaliera, progetti che mirano al miglioramento della qualità dei servizi umanitari e della tecnologia messa a disposizione.”

Un saluto quindi da Antonio Bajardi che nel corso della serata delle debuttanti fungerà da Maestro Cerimoniere, ovvero da colui che condurrà la serata, presentando tutti gli ospiti e le ragazze. “Con ragazze abituate ai balli da discoteca che hanno mostrato grande volontà nell’imparare il tango od il valzer.” Ed intanto la serata delle debuttanti conoscerà una anteprima, sabato 23 febbraio, alla discoteca “Saint Paul” di Novi, in un evento organizzato da Maurizio Demicheli e dall’associazione Fabulae.

Maurizio Priano

 22 febbraio 2013

Le 30 debuttanti

Le 30 debuttanti