Una segnalazione di un cittadino ha permesso alla Polizia di Stato ha arrestato, in flagranza di reato, la 20enne D.L., di origine nomade, resasi responsabile di “tentato furto aggravato”.

Questa volta i movimenti di due persone sospette, che stavano armeggiando contro il portone d’ingresso di uno stabile di via Bellini, non sono passati inosservati, visto che un privato cittadino, accortosi della loro presenza, ha tempestivamente avvisato la Sala Operativa della Questura.


Sul posto, si sono immediatamente portati gli uomini della Sezione Volanti che, muovendosi con circospezione lungo le scale del palazzo, hanno sorpreso su un pianerottolo due giovani nomadi, una delle quali stava cercando di scassinare il portoncino di un alloggio con un grosso cacciavite.

Quest’ultima, una ventenne domiciliata presso un campo nomadi del torinese, è stata arrestata in flagranza di reato per “tentato furto aggravato”, mentre la complice non è risultata imputabile, non avendo ancora compiuto i 14 anni di età.

4 febbraio 2013