Continuano i controlli, da parte della Questura, mirati a verificare il rispetto delle normative vigenti da parte dei gestori di esercizi pubblici e, in particolare, delle sale giochi e di quei locali in possesso delle autorizzazioni per l’installazione ed il funzionamento di apparecchi da gioco. Nella giornata odierna il Questore Filippo Disepnza ha emesso due provvedimenti di sospensione della licenza ai sensi delle norme del Testo Unico di Pubblica Sicurezza.

 Il primo provvedimento (sospensione per 15 giorni della licenza “di somministrazione di alimenti e bevande”) è stato adottato nei confronti di un esercizio pubblico-bar di Alessandria, abituale ritrovo, in seguito a ripetuti controlli di polizia, di persone poco raccomandabili e, per tale motivo, polo di attrazione per avventori potenzialmente capaci di creare grave pericolo per il mantenimento di una serena e tranquilla convivenza civile.


 Il secondo provvedimento è stato adottato nei confronti di un Circolo adibito alla somministrazione di alimenti e bevande e, allo stesso tempo, autorizzato all’installazione di apparecchi da gioco con vincita in denaro. Detto provvedimento consegue ad un controllo eseguito nel dicembre scorso da personale della Sezione Polizia Postale di Alessandria, nel corso del quale era emerso che all’interno del summenzionato circolo era stato organizzato lo svolgimento del gioco d’azzardo “Poker Texas Hold’em” senza le prescritte autorizzazioni, nonché il gioco del “poker” in versione “Cash – Game”. In quell’occasione, peraltro, gli operatori denunciavano l’organizzatore dei giochi per “esercizio di giochi d’azzardo”. I controlli del personale della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura, avviati successivamente alla denuncia, hanno permesso di riscontrare la sistematicità con cui venivano organizzati tornei di “poker” all’interno di quel circolo, tanto che gli stessi venivano pubblicizzati attraverso l’invio di sms ai telefoni cellulari dei soci e tramite i più gettonati social network della rete internet.

Il provvedimento emesso oggi dal Questore Filippo Dispenza, pertanto, ha sospeso per 15 giorni sia la licenza di somministrazione di alimenti e bevande, sia la licenza per l’installazione di apparecchi da gioco.

Le disposizioni del Questore sono in corso di notifica.

22 febbraio 2013