Con ogni probabilità hanno le ore contate gli autori dell’aggressione avvenuta sabato scorso in una cascina alla periferia di Pontecurone perché potrebbero essere individuati grazie al DNA.

E’ stata ritrovata mercoledì mattina dai Vigili urbani di Pontecurone, infatti, l’auto usata dai quattro banditi A bordo dell’auto sono state trovate tracce di sangue che potrebbero appartenere ad uno dei banditi.


La macchina, secondo quanto è stato possibile apprendere, infatti, è inequivocabilmente quella utilizzata dai rapinatori: è stata riconosciuta dalle vittime ed inoltre a bordo della medesima sono stati ritrovati alcuni oggetti (martello e bastone) usati per forzare la porta dell’abitazione.

Si tratta di un suv di colore scuro, risultato rubato, che è stato posto sotto sequestro dai carabinieri che adesso faranno intervenire la polizia scientifica per prelevare i campioni ematici ritrovati all’interno e altre tracce organiche come capelli, pezzi di pelle, saliva o quant’altro che possa essere analizzato ai fini dell’individuazione del Dna.

I campioni saranno inviati al Ris di Parma che provvederà ad individuare la mappa cromosomica e il Dna mettendo poi a confronto questi dati con l’archivio e se qualcuno dei quattro rapinatori sarà già schedato dalle forze dell’ordine, individuarlo, a quel punto, sarà un gioco da ragazzi.

 30 gennaio 2013