La befana in cima al municipio

Erano oltre 50 anni che la “Befana” dei Vigili del Fuoco non usciva dalla caserma: lo ha fatto domenica scendendo in mezzo ai bimbi alessandrini dalle campane dell’orologio del Palazzo Comunale nella piazza più importante della città.

La giornata come da tradizione accade ogni anno, è iniziata con  visita  ai piccoli ospiti dell’ospedale infantile “Cesare Arrigo” offrendo doni ma più ancora un sorriso a loro e ai genitori.


Poi la Befana è volata fino in piazza della Libertà per  scendere dai circa 30 metri della sommità di “Palazzo Rosso” il municipio di Alessandria,  lanciando dolci ai tantissimi bambini presenti in una insolita giornata dal clima quasi primaverile.

La befana scende tra la gente

Come sempre, prossima a toccare terra la “Vecchina” ha intrapreso la ormai nota disputa con “Babbo Natale” arrivato a sirene spiegate sopra un fuoristrada cingolato.

Per tutto il pomeriggio, le famiglie alessandrine che hanno accompagnato i tanti bambini, hanno potuto ammirare i famosi mezzi dei “pompieri” schierati sulla piazza, mentre gli esperti “nonni” dell’Associazione Vigili del Fuoco in Congedo accompagnavano nel percorso di “Pompieropoli” i futuri Vigili del Fuoco.

Quella di “Pompieropoli” è sicuramente un’ottima iniziativa perché fa conocere ai bambini, ma anche ai loro genitori, il difficile ruolo del Vigile del Fuoco.

Tanta gente in una piazza della Libertà sgombra dalla auto che è apparsa in tutta la sua grandezza e soprattutto tanti applausi ai Vigili del Fuoco di Alessandria per l’eccellente organizzazione dell’evento, unico nel suo genere.E’ stata veramente una giornata indimenticabile per molti, grazie alla Amministrazione Comunale di Alessandria che ha messo a disposizione dei Vigili del Fuoco, lo storico Palazzo Rosso  e la antistante Piazza della Libertà.

Un ringraziamento i pompieri lo hanno fatto anche ai Soci dell’Associazione che con la collaborazione di numerose ditte della provincia hanno regalato un pacco dono a tutti i bimbi intervenuti e dato loro la possibilità di sentirsi “pompiere” per un giorno. 

7 gennaio 2013