Nuovo intervento dei militari della Guardia di Finanza di Alessandria che al termine di un’operazione che ha tratto origine dall’esame di alcuni siti e-commerce e si è snodata tra il vercellese, Genova e Milano, ha posto sotto sequestro una partita di motoseghe contraffatte, unitamente a centinaia di relativi pezzi di ricambio.

Perquisizioni domiciliari e sequestri, operati anche negli spazi doganali, hanno permesso di ricostruire l’illecito commercio e scongiurato l’immissione sul mercato di attrezzi potenzialmente pericolosi per l’utente.


Si trattava infatti, di prodotti, realizzati in Cina recanti marchi stranieri di aziende leader nel settore, che venivano importati da un italiano residente in provincia di Vercelli, che le Fiamme Gialle hanno segnalato alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di contraffazione e di frode in commercio.

L’importatore ne curava la commercializzazione attraverso siti on-line e riscuoteva, grazie alla convenienza dei prezzi, un notevole successo, tanto che i finanzieri hanno già individuato oltre 200 clienti dislocati sull’intero territorio nazionale. Per la loro tutela sono stati già avviati specifici contatti.

Sono inoltre in corso approfondimenti fiscali sul conto del responsabile, titolare di partita IVA, che tuttavia non risulta aver mai presentato dichiarazioni al Fisco.

22 gennaio 2013