Dopo la lettera di Paola Re di Tortona che pubblichiamo in altra parte del giornale, sono numerosissime le email di potesta arrivate in redazione da ogni parte della provincia, contro la decisione del Comune di Alessanria di organzizare in Cittadella i campionati avicoli, manifestazione che, a quanto pare, era già stata abbozzata con la precedente Amministrazione comunale.

Di seguito ne pubblichiamo alcune.

 

Gentile redazione,

Vi scrivo in protesta ad un evento che spero vada fermato. Grazie alla LAV di Alessandria ho appreso una notizia raccapriciante.

Dal 16 al 20 gennaio, presso il prestigioso parco Cittadella di Alessandria, organizzati dalla federazione avicoltori si terranno i “campionati italiani di avicoltura”, con l’esposizione di oltre 1500 gabbie nelle quali saranno rinchiusi gli animali in gara. Anche noi della Lav (Lega Anti Vivisezione Onlus) lo abbiamo appreso con stupore, al pari dei tantissimi alessandrini che con noi hanno sfogato il proprio malumore perché, votando gli attuali amministratori, erano certi che le manifestazioni con animali, per di più rinchiusi in squallide gabbie, nel loro Comune non avrebbero avuto più luogo. Come associazione a tutela dei diritti animali, giriamo pertanto la più che legittima protesta al sindaco Rita Rossa e le chiediamo: la città di Alessandria, col nuovo corso e stando almeno alle promesse dell’assessore Ivaldi in campagna elettorale, non doveva rivelarsi rispettosa di tutti gli esseri viventi? Per questo motivo, noi della LAV faremo la nostra parte affinché la manifestazione venga boicottata attraverso le più massicce, per quanto sempre civili, forme di riprovazione. Sempre al sindaco Rossa, infine, un suggerimento: si lasci andare e – per una volta – non abbia paura di far ridere i polli.

Vi prego di spargere la notizia anche sulla vostra testata, e spingere il pubblico a fare scelte più consapevoli e che non siano un insulto alla loro stessa intelligenza.

Grazie per l’attenzione e buona giornata,

Stefania Delprete

 

Abbiamo appreso che ad Alessandria si terranno i “campionati italiani di avicoltura”, con l’esposizione di oltre 1500 gabbie nelle quali saranno rinchiusi gli animali in gara.

Ma la città di Alessandria, col nuovo corso e stando almeno alle promesse dell’assessore Ivaldi in campagna elettorale, non doveva rivelarsi rispettosa di tutti gli esseri viventi?

Siamo perciò assolutamente contrari a quanto sta facendo l’amministrazione del Comune di Alessandria.

Alberto Ferraris, Marta Dulla, Giovanni Ferraris, Enzo Dulla e Lorenzina Garlando – Casale Monferrato

 

Gentile redazione,

Vi scrivo in protesta ad un evento che spero vada fermato. Grazie alla LAV di Alessandria ho appreso una notizia raccapricciante.

Dal 16 al 20 gennaio, presso il prestigioso parco Cittadella di Alessandria, organizzati dalla federazione avicoltori si terranno i “campionati italiani di avicoltura”, con l’esposizione di oltre 1500 gabbie nelle quali saranno rinchiusi gli animali in gara. Anche noi della Lav (Lega Anti Vivisezione Onlus) lo abbiamo appreso con stupore, al pari dei tantissimi alessandrini che con noi hanno sfogato il proprio malumore perché, votando gli attuali amministratori, erano certi che le manifestazioni con animali, per di più rinchiusi in squallide gabbie, nel loro Comune non avrebbero avuto più luogo. Come associazione a tutela dei diritti animali, giriamo pertanto la più che legittima protesta al sindaco Rita Rossa e le chiediamo: la città di Alessandria, col nuovo corso e stando almeno alle promesse dell’assessore Ivaldi in campagna elettorale, non doveva rivelarsi rispettosa di tutti gli esseri viventi? Per questo motivo, noi della LAV faremo la nostra parte affinché la manifestazione venga boicottata attraverso le più massicce, per quanto sempre civili, forme di riprovazione. Sempre al sindaco Rossa, infine, un suggerimento: si lasci andare e – per una volta – non abbia paura di far ridere i polli.

Vi prego di spargere la notizia anche sulla vostra testata, e spingere il pubblico a fare scelte più consapevoli e che non siano un insulto alla loro stessa intelligenza.

Grazie per l’attenzione e buona giornata,

Stefania Delprete

 11 gennaio 2013