Presso il Salone dell’Enaip si è tenuta l’Assemblea di Zona di Alessandria di Confagricoltura.

Di fronte a una platea molto vasta, erano presenti al tavolo dei relatori il presidente provinciale Gian Paolo Coscia, il vice presidente provinciale Luca Brondelli, il presidente di Zona Ugo Cei, il direttore provinciale Valter Parodi, il direttore di Zona Piero Viscardi e il responsabile sindacale Mario Rendina.


Il presidente di Zona Cei ha aperto i lavori assembleari, rimarcando quanto il lavoro di squadra di questo triennio appena concluso abbia dato i suoi buoni frutti.

Il Presidente zonale ha poi passato la parola al direttore zonale Viscardi, che ha dato avvio alle procedure di voto.

Come in tutte le Assemblee, oltre ai rappresentanti sindacali, ai rappresentanti delle Sezioni di prodotto e ai delegati all’Assemblea generale, sono stati votati i consiglieri della Zona di Alessandria. Il Consiglio di Zona è stato riconfermato in toto. Congratulazioni a Piero Amateis, Mauro Paolo Berardo, Massimo Brambilla, Romano Brezzi, Ugo Cei, Giovanni Demarco, Roberto Viale.

Il Consiglio si riunirà prossimamente per eleggere il nuovo Presidente di Zona.

Dopo l’applauso sentito per tutti i neoeletti, sono seguiti alcuni interventi da parte degli associati e dei dirigenti presenti in sala. Tra questi ricordiamo Mariano Pastore (su chiusura dello zuccherificio di Casei Gerola, la politica attuale e il Ministro Catania, la commercializzazione dei prodotti agricoli, la necessità di fare sistema per poter avere un ruolo in campo economico), Carlo Vescovo sulle prossime elezioni, Mauro Berardo sul biogas e sulla tassazione, Luigi Ricaldone sul business legato al biogas. È poi intervenuta la presidente di Confagricoltura Donna Maria Teresa Bausone sulle iniziative in corso e future dell’associazione.

Poi il presidente provinciale Coscia ha voluto passare in rassegna i suoi 9 anni di mandato soffermandosi sulle azioni politico- tecnico-economiche dapprima, poi sulle manifestazioni di protesta e infine sull’organizzazione degli Uffici e del personale. Infine, Coscia ha tracciato le linee per lo sviluppo dell’agroalimentare nel nostro Paese, che saranno presto presentate anche ai politici locali candidati alle prossime elezioni del 24 e 25 febbraio.

Il vice presidente Luca Brondelli ha chiuso il dibattito riprendendo il discorso del Presidente sulla situazione politica italiana alla luce dell’imminente chiamata alle urne e alla conseguente azione sindacale che si andrà a costruire.

 23 gennaio 2013