Non è piaciuta, all’opposizione la decisione del sindaco Massimo Berutti di vietare agli assessori e consiglieri di maggioranza interviste dirette con i giornalisti.

Sinistra Ecologia e Libertà attraverso i suoi rappresentanti attacca duramente la scelta del primo cittadino di Tortona: “leggiamo con inquietudine – recita una nota inviata in redazione dal Consiglio direttivo tortonese di SEL – le dichiarazioni “democratiche” del sindaco Berutti sulla base delle quali ogni verbo proferito dagli adepti del consiglio comunale di maggioranza debbano essere “filtrate” dal gran maestro “Massimo” dignitario totale ed assoluto del BENE COMUNE Tortonese consegnatogli dalle ultime elezioni a limitare i diritti dei comuni “essere senzienti” Chiaramente questa è una risposta altamente democratica alle primarie del Centro Sinistra con la quale si adegua con genuflessione proverbiale al “Gran Maestro” … Silvio Berlusconi”


Secondo SEL, però, la Democrazia, non si ferma a Berutti e Berlusconi, ma si allarga a Grillo che ha cacciato due suoi militanti.

“Il processo democratico post Berlusconiano – aggiunge SEL – è regredito inevitabilmente in una fase che ha implicato l’adozione di prostituzione, favori, corruzione, concussione e quant’altro sia servito a mantenere il potere, insieme a “frottole e promesse mediatiche” che hanno permesso l’istituzione dell’ IMU al posto della vecchia ICI che sostanzialmente era più equa anche se ingiustamente applicata sulla prima casa. Che dire al di là che in questo Santo Natale non sappiamo se, farci gli auguri oppure farci le condoglianze per il ritorno dei fantasmi del passato, ma non guardiamo allo sfondo nazionale tragico in quanto basta deludersi sul silenzio del nostro sindaco che non può fare altro che blindarsi sull’omertà dei propri collaboratori più stretti. Complimenti alla lungimiranza dell’ex Assessore ORSI CARBONE che ha capito molto tempo fa che aria tirava a palazzo!”

 13 dicembre 2012