Giuseppe Converso

Luciano Converso

Un litigio scaturito per futili motivi e finito in tragedia con un uomo di 36 anni, Giorgio Bisoglio, residente a San Salvatore Monferrato che è stato accoltellato e adesso si trova in fin di vita all’ospedale di Casale Monferrato, ricoverato in prognosi riservata.

E’ accaduto nel pomeriggio di mercoledì nei presi della discarica comunale di Lu Monferrato dove Luciano Converso di 58 anni e il figlio Giuseppe di 28 residenti a Calliano in provincia di Asti, secondo l’accusa hanno accoltellato il Bisoglio.


Il fatto di sangue, a quanto apre si è verificato a seguito di un litigio scaturito, pare, da una controversia per la raccolta di materiale ferroso.

Padre e figlio sono stati individuati ed arrestati dai Carabinieri di San Salvatore Monferrato e di Alessandria, in collaborazione con i colleghi di Moncalvo con l’accusa di tentato omicidio dopo una serrata attività di indagine e sono stati rinchiuso nel carcere di Alessandria.

 19 dicembre 2012