Centodiciassette paia di scarpe per dire no alla violenza sulle donne: tante sono state, infatti, quelle uccise nel solo 2012 e lo Zonta International, con il patrocinio dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Casale Monferrato, lo ricorderà martedì 4 dicembre in piazza Mazzini.

Durante una conferenza stampa tenutasi questa mattina, 28 novembre, in Sala Guala, l’assessore Giuliana Romano Bussola e la presidente del locale Zonta Club Caterina Rossignoli hanno spiegato in cosa consisterà l’iniziativa Giù le mani dalle donne.


«Quella di martedì 4 dicembre sarà una singolare e simbolica iniziativa a cui sono molto felice di aver concesso il patrocinio – ha spiegato l’assessore Romano Bussola -, perché sarà l’occasione di poter constatare visivamente l’incidenza delle morti avvenute a danno delle donne nel solo 2012».

Dalle prime ore della giornata fino a sera uno striscione con la scritta Giù le mani dalle donne (lo stesso già esposto venerdì scorso al PalaFerraris durante la partita di basket della NoviPiù) campeggerà in piazza Mazzini e su ognuna delle 117 paia di scarpe sarà apposta una targhetta con i nomi delle donne uccise.

«Come Zonta Club – ha sottolineato la presidente Rossignoli – abbiamo deciso in queste due settimane dedicate alla violenza sulle donne di proporre una serie di iniziative di sensibilizzazione, che si concluderanno proprio martedì prossimo in piazza Mazzini. Abbiamo iniziato venerdì scorso al PalaFerraris facendo leggere un testo ai capitani delle squadre e lunedì 26 abbiamo deposto un mazzo di fiori sul luogo dove otto anni fa fu uccisa Elena Imarisio».

L’installazione con le scarpe femminili si rifà a quella realizzata dall’artista messicana Elina Chauvet e molto probabilmente, dopo l’esperienza casalese, sarà riproposta in altre città alessandrine: «Durante la giornata allestiremo anche un piccolo box – ha concluso Caterina Rossignoli – in cui chi vorrà potrà lasciare un pensiero o una riflessione».

 

Chiunque voglia donare un paio di scarpe femminili per l’iniziativa, può farlo portandole alla gioielleria di piazza Rattazzi 19 o alla profumeria Lady di Amalia Corona di via Roma, 177/A.

 

«Ben vengano queste iniziative – ha invece concluso l’assessore Giuliana Romano Bussola – perché la sensibilizzazione su questo delicato tema ha sicuramente un’efficacia maggiore con un impatto visivo di questo tipo. Sono comunque contenta perché in questi giorni sono state molte le occasioni di parlare della violenza sulle donne, grazie anche alla Consulta comunale, perché è importante non dimenticarsi mai di queste tragedie».

Alla conferenza stampa erano presenti anche i consiglieri comunali Luca Servato, Emanuele Ugazio e Angelo Di Cosmo che hanno espresso il loro personale appoggio all’iniziativa.

 3 dicembre 2012