La Giunta provinciale, presieduta da Paolo Filippi, su proposta dell’assessore all’Ambiente, Lino Rava, ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa per la realizzazione del Piano di Azione del Contratto di fiume del Torrente Scrivia.

Il Contratto di fiume del Torrente Scrivia vuole essere il collante tra due realtà appartenenti a Regioni diverse ma facenti parte dello stesso bacino, al fine di procedere verso una gestione territoriale a scala di bacino idrografico.


Il Protocollo d’Intesa mira a dare inizio al processo partecipato, per giungere, poi, alla definizione di azioni atte alla risoluzione delle criticità del territorio, che saranno evidenziate durante il percorso del Contratto di fiume.

In tal senso, per giungere agli obiettivi di qualità indicati dalla normativa e dalla volontà degli attori locali è indispensabile interagire con la porzione ligure del bacino del Torrente Scrivia, in particolare con la Provincia di Genova e i suoi Comuni afferenti al bacino idrografico del Torrente Scrivia.

La Giunta ha approvato in quest’ottica anche lo schema di Protocollo d’Intesa per la realizzazione del Contratto di Fiume del Bormida.

Con lo strumento del Contratto, le amministrazioni firmatarie intendono affrontare le problematiche relative al bacino idrografico del Torrente Scrivia e del Fiume Bormida attraverso un percorso di concertazione, con la volontà di perseguire obiettivi comuni di sviluppo, tutela e riqualificazione del territorio partendo dall’elemento acqua e fiume.

 23 dicembre 2012