I Carabinieri della Compagnia di Alessandria in collaborazione con quelli di Bosco Marengo a conclusione di una articolata attività d’indagine hanno arrestato per furto aggravato in concorso e ricettazione, il 38enne Malaj Qun, residente in Alessandria, il 31enne Prendi Ndue, in Italia senza fissa dimora, il 30enne Marku Leonard, residente in Alessandria ed il 22enne Lazri Mark, residente in Alessandria, tutti cittadini di nazionalità albanese.

I predetti, alle cinque di mercoledì mettevano a segno un furto di suppellettili, termosifoni d’epoca in ghisa, lastre di marmo e un generatore elettrico, per un importo di circa 15 mila euro,asportandoli dall’interno di una villa in ristrutturazione ubicata in Rosignano Monferrato di proprietà di una 66enne astigiana.


Gli autori del furto, sono stati individuati grazie servizi di osservazione ed appostamento e sono stati presso l’abitazione alessandrina del Malaj Qun dove veniva rinvenuta ltutto il materiale rubato.

La successiva perquisizione estesa al capannone risultato nella disponibilità dei cittadini albanesi, consentiva di rinvenire e di porre sotto sequestro altro materiale di sospetta provenienza furtiva per il quale sono in corso accertamenti finalizzati a stabilirne l’origine.

Nella circostanza, sempre all’interno del capannone, veniva sorpreso un altro cittadino albanese di 25 anni, in Italia senza fissa dimora, intento a scaricare da un furgone di sua proprietà del materiale edile di sospetta provenienza. L’uomo veniva pertanto denunciato in stato di libertà per ricettazione.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale di Alessandria a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

 6 dicembre 2012