Il tratto che verrà chiuso al traffico

Prima della Giunta Fabbio, piazza Libertà era in parte pedonale e adesso con Rita Rossa, l’obiettivo sembra quello di ridare maggiore vivibilità al centro di Alessandria con l’ampliamento dell’isola pedonale.

In quest’ottica la Giunta Comunale di Alessandria ha deciso un primo provvedimento di riordino della piazza, con lo scopo di migliorare la qualità del centro urbano: è stata istituita una zona a traffico limitato permanente, con divieto di transito a tutti i veicoli nel tratto stradale dell’anello viabile di piazza della Libertà, compreso tra via Mazzini e via dei Guasco, tutti i giorni, con orario 0/24.


Chi arriverà da via Dante, quindi non potrà più proseguire diritto ma dovrà svoltare a destra in via Mazzini

“La limitazione – dichiara l’assessore alla Qualità Urbana, Marcello Ferralasco – è riferita alla porzione frontistante la sede delle Poste ed edifici contigui, mentre resta possibile l’accesso a via Mazzini e l’ingresso in piazza da via Guasco”

Dal divieto sono esclusi i velocipedi, i taxi, i veicoli muniti di contrassegno disabili, i mezzi pubblici, i mezzi della polizia, i mezzi di soccorso ed autorizzati ZTL e quelli autorizzati al carico e scarico.

Contestualmente viene istituito il divieto di fermata con rimozione forzata su tutto l’anello viabile intorno al parcheggio.

La decisione è motivata dalla volontà di mitigare l’utilizzo della piazza come rotatoria di smistamento di tutti i flussi veicolari di attraversamento della città.

Il provvedimento è adottato in via sperimentale e per i primi mesi ne verranno monitorati i risultati sui flussi di traffico.

La nuova viabilità diventerà operativa dalla metà di gennaio, non appena sarà stata predisposta la necessaria ordinanza dirigenziale e nuova segnaletica.

“Si è deciso di cominciare ad effettuare un primo intervento di regolamentazione del traffico nella zona di piazza della Libertà per impedire l’utilizzo della piazza stessa come rotatoria – ha commentato l’ assessore alla Qualità Urbana, Marcello Ferralasco -. E’ stato aggiunto, poi, il divieto di sosta a tutte le categorie di utenti sull’anello esterno della zona sopraelevata allo scopo di mitigare l’impatto della sosta, non sempre ordinata, dei veicoli nella piazza centrale della città. Il provvedimento vuole rendere più vivibile ed attraente il centro per quanti vi si recano per fruire delle attività che gravitano attorno alla piazza, alleggerendola dal traffico di attraversamento”.

“Si tratta – ha dichiarato il sindaco, Maria Rita Rossa – di un primo limitato intervento di regolazione del traffico che farà parte di una più generale razionalizzazione dell’utilizzo del centro urbano che passerà attraverso un completo rinnovamento del piano di mobilità urbana, coordinato con un coerente piano dei parcheggi. L’intenzione è quella di rendere più agevoli i flussi, eliminando il traffico parassita che utilizza la piazza centrale solo come zona di smistamento”.

 27 dicembre 2012