Ma cosa succede in Comune a Valenza? E’ quello che c’è da chiedersi dopo l’animata riunione che si è svolta giovedì mattina in municipio. Un’assemblea dei lavoratori nella quale sono emerse tutte le incongruenze della Giunta – Cassano

Sono state messe in rilievo problematiche relative alla contrattazione decentrata ed alla scarsità di risorse economiche che l’ente intende mettere a disposizione per progetti, indennità e formazione professionale.


Se da una parte la Giunta pare tirare al risparmio sulle risorse per il personale ed anche sulle spese di riscaldamento, dato che da oltre una settimana molti uffici comunali sono al freddo, dall’altra, a quanto pare, sta operando per l’assunzione a tempo indeterminato di un nuovo Dirigente, per il quale sarebbero invece subito stati miracolosamente reperiti i soldi.

Una vera e propria incongruenza che ha suscitato le proteste di molti lavoratori che lamentano la disparità di trattamento che, unita a sempre difficili rapporti tra rappresentanze sindacali e Amministrazione, sta provocando molti malumori all’interno del Comune

Sono ancora vivi i ricordi della sventata chiusura dell’Asilo “Rota” e del facile modo in cui ci si voleva “liberare” di personale ex Amv.

“Evidentemente – è stato detto in assemblea tra i lavoratori – questa Amministrazione pare avere più a cuore le condizioni economiche di pochi e ben pagati funzionari, (i “famosi” manager pubblici il cui numero dovrebbe essere ridotto e non implementato) piuttosto che le nostre condizioni di lavoratori costretti ad operare in ambienti freddi e poco accoglienti.”

I rappresentanti dei lavoratori, appresa la notizia della possibile assunzione del nuovo dirigente comunale hanno aspramente criticato l’operato della Giunta Cassano che a quanto pare preferisce caricare il bilancio di ulteriori stipendi d’oro piuttosto che provvedere migliorare l’ambiente di lavoro e le normative contrattuali della maggior parte dei dipendenti comunali. In tempi di “vacche magre” sembra una mossa azzardata.

Per questo motivo i lavoratori sembrano decisi a dare battaglia.

 22 novembre 2012