Pubblico attento alla presentazione del thriller Theudelinda di Pier Emilio Castoldi, organizzata dall’ Associazione Impegno Culturale (AIC) di Sale che si é svolta sabato 3 novembre nella sala consiliare di Palazzo Manzoni. Dopo il saluto all’autore e agli ospiti da parte del presidente A.I.C. Pietro Baldi, il sindaco Angelo Barco si è complimentato per questa seconda opera che vede come protagonisti gli stessi personaggi della prima, Jubileum.

Infatti, il professore universitario Vietti ritorna ad indagare, dopo il successo delle investigazioni precedenti, insieme alla giovane Arianna, al ragazzo tedesco Elko, al maresciallo De Felice e a una nuova figura, Anna, professoressa di latino in pensione con l’hobby delle indagini.


I nostri eroi, nel corso della loro avventura, seguono nuove tracce per scoprire chi ha commesso i delitti che li terrorizzeranno, muovendosi in nuovi luoghi storici. C’è un calice di datazione longobarda alla cui base sono incisi i quattro punti cardinali e alcuni incomprensibili segni; c’è una misteriosa “pietra bianca” da scoprire in un piccolo borgo di campagna.

Riccardo Sedini, presidente di Giallomania, e l’autore Castoldi hanno intrattenuto abilmente il pubblico con domande e risposte reciproche, con spiegazioni e motivazioni, che hanno riscosso molto interesse e mantenuto viva l’attenzione fino alla fine. Al termine, due paste e un buon bicchiere di vino per concludere la piacevole serata.

 4 novembre 2012